BELLIZZI (SA). All’Aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi Infopoint della Mozzarella di Bufala Campana Dop

infopoint mozzarella doc aereoporto costa d'amalfiInfopoint per l’Aereoporto Salerno-Costa d’Amalfi con degustazione di mozzarella di bufala per i passeggeri in arrivo ed in partenza dall’aeroporto. L’iniziativa è collegata all’evento “La Porta della Mozzarella” che è stata ideato e promosso dal comune di Bellizzi, grazie all’Assessore Teresina Granese e al delegato al turismo Alessandro Paolillo, nell’ambito del Psr (programma di sviluppo rurale) misura 3.13 della Regione Campania. L’evento si svolgerà nell’arco di tre settimane a partire dal 23 giugno e fino al 17 luglio con convegni e mostre di settore, ma non mancheranno momenti di moda e spettacolo, che vedranno la presenza di grandi ospiti del mondo della musica. Presso lo scalo aereo è stato istituito un infopoint, con addette allo sportello che forniscono ai passeggeri in arrivo delle cartine geografiche di diverse località della provincia e della regione, insieme agli orari dei trasporti pubblici, il programma della manifestazione “La porta della mozzarella” e perfino la degustazione gratuita di mozzarelle di bufala offerte dal Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop. “L’infopoint è un’idea originale che sta riscuotendo molto successo – ha dichiarato il sindaco di Bellizzi Giuseppe Salvioli –, ma abbiamo tutta l’intenzione di mantenerlo funzionante per tutto l’anno e non solo per il periodo della manifestazione “La Porta della Mozzarella”, sarà un modo per lasciare una porta sempre aperta a coloro che arriveranno nel nostro territorio, un territorio di grande richiamo turistico ed enogastronomico che dura 365 giorni all’anno”. Un evento che sta incuriosendo sia gli esperti del settore, sia i turisti, sia i cittadini catturati dalla novità e dalle varie attrattive. “Sto lavorando sulla promozione del territorio – spiega il Delegato al Turismo del Comune di Bellizzi, Alessandro Paolillo -, per costruire un’identità che ci consenta di uscire al di fuori dei confini territoriali, facendo sì che tutte le nostre eccellenze siano riconosciute in ogni parte del mondo”.

Condividi

Commenti non possibili