Estate. Un augurio di buone vacanze con questa divertente, originale poesia del poeta Vito Riviello: “Un campo di girasoli”.

Un campo di girasoli

a Cortona d’Arezzo

un campo di paraculi

a Cortina d’Ampezzo.

   Vito Riviello

Da  KuKulatria. Edizioni El Bagatt 1991

TESTO-AUTOGRAFO_web

Estate. Tempo di svago, di vacanze. Tra le mete più “in” vi è senza dubbio la splendida Cortina d’Ampezzo. Ma chi sono questi fortunati frequentatori? Il poeta comico Vito Riviello in una salace quartina tratta dal suo KuKulatria, la pensa così. A tordo o ragione, non possiamo non cogliere, in un felice gioco di rime ( Arezzo/ Ampezzo) e di consonanze (Cortona/Cortina e girasoli/paraculi), l’ironica, pungente, contrapposizione tra i girasoli della bella Cortona e i …paraculi di Cortina. Quartina che, poi, autografata, Riviello, volle regalarmi in occasione di un convegno che si svolse a Napoli nel 1992. (Vedi foto).

Nota su Vito Riviello

Vito Riviello, nasce a Potenza nel 1933 e muore a Roma il 18 giugno 2009. Riviello s’inserisce a pieno titolo nella grande tradizione italiana dei poeti antilirici, tra il burlesco e il satirico, come Angiolieri, Berni, Tassoni, Basile…. Ironico anche nella vita come lo fu da poeta. Da notarsi, infatti, lo sberleffo rivolto al sottoscritto, nel definirmi, nell’autografo qui pubblicato, non poeta lirico ma poeta “lidrico”.

Condividi

Commenti non possibili