CAVA DE’ TIRRENI (SA). L’impegno della Polstato, Carabinieri, G. di F. e Polizia Locale cavese

cava-forze-ordine-vivimediaReati comuni, lavoro nero, spaccio di sostanze stupefacenti, molteplici violazioni al codice della strada e tant’altro ancora, nel mirino delle Forze di Polizia di Cava de’Tirreni.

La settimana appena trascorsa (11-18 febbraio 2013) ha visto gli uomini e donne del Commissariato di Pubblica Sicurezza (089.340511) di corso Giovanni Palatucci (Servo di Dio), 4, guidato dal“aggregataVice Questore Aggiunto Marzia dr.ssa Morricone, della Tenenza dell’Arma dei Carabinieri di via Pasquale Atenolfi, 72 (089.441010), agli ordini del Tenente Vincenzo Tatarella, dell’aliquota Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza (089.463797), di via Generale Luigi Parisi, 104/a, retta dal Luogotenente Donato Affinito e del Corpo di Polizia Locale (800.279.221 – 089.341692), diretto dal Dirigente-Comandante Antonino Ing. Attanasio, conseguire i seguenti risultati: arresto di 2 persone, di cui una per spaccio di stupefacenti, e 5 indagate (in stato di libertà) per furto, ricettazione ed altro. Dagli eseguiti 52 posti di controllo è stato monitorato il transito per Cava de’Tirreni di 219 autovetture e 14 ciclomotori, con a bordo 416 persone, fra cui 97 pregiudicati. È stata rinvenuta un’autovettura, oggetto di furto, prontamente restituita al proprietario. I diuturni controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 119, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti danni, furti e liti di vicinato sono stati 56. Il numero delle sanzioni per trasporti funebri non autorizzati, divieto di sosta, guida senza casco, uso del cellulare durante la guida, omessa revisione e cinture di sicurezza non allacciate è stato pari a 218, per circa 10.000,00 euro, oltre la sottrazione di 35 punti dalle patenti di guida. Sequestrati 34 grammi di hashish e scoperti 5 lavoratori a nero in un noto ristorante del Borgo. Le ispezioni agli esercizi commerciali, comprese le sale gioco, sono state 14, con la verbalizzazione di 7 omissioni di rilascio di ricevute e scontrini fiscali. I passaporti rilasciati sono stati 25, oltre a 5 rinnovi e 5 porto d’armi.

Condividi

Commenti non possibili