Frana a Salerno: prima di lunedì nessuna risposta da Roma per il pedaggio.

   Oramai è la seconda settimana di chiusura di via Croce, la strada che collega Salerno a Vietri sul Mare e alla Costiera Amalfitana, per il distacco di un costone roccioso. Ma dopo le proteste dei sindaci costieri e la minaccia del comitato “No FRAN” di occupare l’autostrada, almeno un primo risultato è stato conseguito. Dalle 7 alle 9 del mattino, non ci sarà pagamento del pedaggio sul tratto autostrada della Salerno-Napoli tra la città capoluogo e Cava de’ Tirreni. La decisione è stata assunta nel corso di una riunione in Prefettura alla quale hanno preso parte il questore Antonio De Iesu, l’assessore provinciale Attilio Pierro e quello del comune di Salerno Luca Cascone, i sindaci Franco Benincasa (Vietri sul Mare), Marco Galdi (Cava de’ Tirreni), Andrea Reale (Minori), Secondo Squizzato (Cetara) e Antonio DellaPietra(Maiori).
Il pedaggio non sarà pagato nella fascia oraria più trafficata del mattino non appena il ministero dei Trasporti firmerà il decreto di autorizzazione. Il prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, ha interessato il Ministero delle Infrastrutture affinché autorizzasse  la società Autostrade Meridionali a consentire il transito in maniera gratuita. La decisione era consequenziale all’incontro svoltosi in Prefettura nel corso del quale l’amministratore delegato di Autostrade Meridionali aveva dichiarato di non poter disporre la liberalizzazione del pedaggio.

I sindaci avevano chiesto la liberalizzazione del pedaggio autostradale, anche con accollo degli oneri economici calcolati sulla base del dato storico forfettario, ritenendo non satisfattive altre proposte agevolative avanzate dalla società autostradale. Vista la risposta negativa dell’azienda il Prefetto, in considerazione dei disagi dei cittadini, ha deciso di interessare il ministero competente. La parola ora a Roma, quindi, sperando che la richiesta possa essere accolta. Ma il problema è proprio questo,ovvero l’ok definitivo non arriverà prima di lunedi al massimo martedi, per cui fino a tal giorno gli automobilisti pagheranno regolarmente il pedaggio autostradale

Nei giorni scorsi Vincenzo De Luca, Edmondo Cirielli, Gianfranco Valiante e la Cisl Salerno e molti altri politici  avevano chiesto che il pedaggio diventasse gratuito a causa della situazione d’emergenza.

Primo fra tutti l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Attilio Pierro:

“Desidero ringraziare il prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, per il decisivo interessamento presso il Ministero dell’Interno”.

“Si tratta – continua – di un provvedimento che consentirà ai tanti pendolari della Costiera Amalfitana di raggiungere Salerno in modo più semplice e senza l’onere del pedaggio. Una soluzione resa possibile anche grazie all’impegno economico da parte della Provincia di Salerno e dei Comuni interessati che si sono resi disponibili a corrispondere alla società autostradale la somma che dovrebbe incassare nella fascia oraria in questione”.

“L’Amministrazione provinciale – conclude – nonostante le evidenti difficoltà economiche, ha intenzione di accordare il 10% del totale da restituire a Autostrade Meridionali. Un’ulteriore risposta alle esigenze del territorio e un atto di responsabilità nei confronti delle comunità della Costiera Amalfitana, provate dai disagi conseguenti alla temporanea chiusura della ex SS 18”. “E’ una situazione paradossale – sottolinea Valiante il consigliere regionale Gianfranco Valiante – ancora una volta ricadono gli effetti negativi esclusivamente sui cittadini che, penalizzati dalla chiusura della strada, che causa problemi di traffico e vivibilità, sono beffati anche dal pedaggio autostradale. Chiedo al Prefetto di attivarsi per la sospensione del pedaggio, auspicando tempi brevi per il ripristino della viabilità e la messa in sicurezza l’arteria”. 

Anche Edmondo Ciirielli deputato di “Fratelli d’Italia – Centrodestra nazionale- non ha fatto mancare il suo appoggio“Mi appello al Prefetto affinché intervenga nuovamente presso la Società Autostrade Meridionali per rendere gratuito il pedaggio al casello di Cava de’Tirreni, in seguito alla chiusura di via Benedetto Croce. La situazione che si è determinata per la frana delle scorse settimane sta causando un grave danno sociale, oltre che economico. A ciò si aggiunge il pericolo di incidenti in prossimità dell’uscita autostradale di Cava de’Tirreni dove si formano lunghissime code”. “Pertanto – conclude Cirielli – come ho già avuto modo di rappresentare al Prefetto di Salerno dopo l’interrogazione parlamentare che ho presentato all’indomani della chiusura dell’ex SS 18, è necessario aprire il casello e consentire agli automobilisti di raggiungere la città capoluogo con più faciltà”.Il Consigliere provinciale Alessandro Schillaci è determinato invece a calmare gli animi dei cittadini per evitare problemi di ordine pubblico.” Chiedo che i cittadini capiscano che si sta facendo tutto il possibile per risolvere il problema, e pertanto chiedo un po’ di pazienza e di calma.Il Prefetto ha dimostrato grande senso di responsabilità e di questo Le sono grato.” 

Anche la  Cisl chiede il pedaggio gratis 

Così reclamano , all’unisono, il segretario provinciale della Cisl Giovanni Giudice e il segretario provinciale dei pensionati cislini Giovanni Dell’Isola.

“Sono più di dieci giorni che lo smottamento in via Croce ha messo sotto scacco la lingua d’asfalto che collega Salerno alla costiera Amalfitana e a Cava de’ Tirreni. Adesso davvero basta – ha detto Giovanni Giudice – Ai nuovi parlamentari chiedo che si attivino per chiedere un incontro urgente con la Autostrade Meridionali, la società che gestisce la Napoli-Pompei-Salerno, per chiedere un immediato annullamento del pedaggio“

Per alleviare ulteriormente  i disagi sul collegamento Vietri sul mare – Salerno, intanto  la  CSTP – Azienda della Mobilità – S.p.A., società in liquidazione, ha disposto il prolungamento del servizio navetta Piazza Malta – Canalone, già attivo dal 20 febbraio scorso, fino all’incrocio tra via Indipendenza e via Sabatini.  Si tratta di un ulteriore intervento finalizzato a tamponare i disagi dei viaggiatori, sul collegamento Vietri sul Mare-Salerno, dopo la chiusura di via Croce, interdetta al traffico dall’11 febbraio scorso a causa di una frana. “Sono inoltre al vaglio dell’Azienda ha dichiarato il Presidente del Collegio dei Liquidatori Mario Santocchio – altri interventi migliorativi dei collegamenti interessati dalla frana, finalizzati ad alleviare ulteriormente i disagi per i viaggiatori, su proposta dell’Assessore provinciale Luigi Napoli, del Consigliere provinciale Alessandro Schillaci e dell’Assessore del Comune di Salerno Attilio Pierro.” 

Condividi

Commenti non possibili