VIETRI SUL MARE (SA). La fontana “scomparsa”, De Simone:”Tutto tornerà come prima!”.

fontana-scomparsa-400x_vivimediaUna vera e propria sollevazione popolare si è abbattuta sull’amministrazione comunale vietrese quando è stata tolta,per manutenzione straordinaria, la fontana di mattonelle di Giovannino Carrano,Maestro indiscusso della ceramica vietrese, donata dal compianto Matteo d’Amico ,titolare di una delle più antiche ceramiche vietresi.Commenti al vetriolo contro l’Amministazione comunale: “…Questo scempio sta facendo rivoltare nella tomba D’Amico Matteo…gli attuali Amministratori,insensibili,al nostro patrimonio culturale, storico, umano, rimuovono a loro piacimento queste pagine cariche di UMANITA’ E IDENTITA’ VIETRESE.”…ed ancora :”.. . perché togliere sempre cose utili a tutti ?”.Quindi uno scatenarsi di voci , di accuse e di rancori anche sui social –network che hanno di fatto amplificato il “dramma” vietrese.A breve giro di posta ,pero’ arrivano i chiarimenti da parte dell’Assessore Giovanni De Simone, il quale ,sempre sul social network ,mette la parola fine, speriamo , ad una “querelle” che aveva investito e coinvolto emotivamente, soprattutto giovani e ceramisti.”
“È stata semplicemente fatta una manutenzione,-ha dichiarato De Simone- l’impianto idraulico era inutilizzabile e si è dovuto fare un intervento straordinario,la vasca sarà salvata e ripristinate le mattonelle di Giovannino Carrano. Basta chiedere e non fare sempre polemiche, per quel che mi riguarda, anche se per alcuni siamo degli incapaci, non sono state mai messe tante opere di ceramica negli ultimi in 30 anni a Vietri,come è stato fatto da questa amministrazione, poi se si vuole fare semplicemente filosofia….bhe!.. lasciamo perdere!.Indubbiamente non è possibile che quello che si fa sia sempre perfetto, o che venga accettato da tutti, sarei un folle a crederci o solo pensare di non fare errori, ma la democrazia è soprattutto il dibattito e l’arma dei cittadini è il voto. Certo però quando si governa molte volte bisogna essere anche “decisionisti” altrimenti si resta fermi alle idee che sono sempre migliorabili.” Insomma allarme rientrato,ma i cittadini chiedono soprattutto partecipazione e condivisione,se non informazione ,soprattutto sugli interventi che interessano le opere pubbliche.Ma questo ,anche a detta del Sindaco Benincasa che molte volte ,anche in pubblico,ha fatto ammenda,sembra essere il vero “tallone d’Achille “della sua compagine amministrativa.

Condividi

Commenti non possibili