SALERNO. Le piazze del rugby: l’ovale per il sociale.

piazze-del-rugby-maggio-giugno2013(1)-vivimediaIl rugby come punto di partenza per la valorizzazione dei giovani. Questo l’obiettivo principale della prima edizione dell’evento promosso dall’ASD Arechi Rugby con il patrocinio del Comune di Salerno e della Provincia di Salerno – al quale si aggiungono i patrocini del CONI e della Federazione Italiana Rugby – che, in 5 giornate, interesserà le scuole elementari e medie del territorio cittadino nelle diverse zone della città, in un tour didattico-esplorativo che permetterà a tutti i ragazzi di età compresa tra i 7 ed i 16 anni di immergersi in un mondo tutto nuovo, formato principalmente da due elementi:

  • valori fondamentali che il gioco del rugby insegna a chiunque lo pratichi, applicabili sia durante il gioco che nella vita;
  • divertimento, grazie al supporto del pallone ovale e all’attività proposta dagli istruttori qualificati dell’Arechi Rugby e della Federazione Italiana Rugby.

Tutti i ragazzi delle scuole coinvolte avranno la possibilità di interagire tra loro per 3 ore circa con giochi interattivi che interesseranno anche lo sviluppo delle loro capacità motorie fondamentali come il passaggio e la cattura del pallone, l’agilità e l’equilibrio, senza alcun contatto fisico.

Tutti i genitori che avranno la voglia e la possibilità di partecipare alle giornate di rugby in piazza potranno farlo senza alcun problema, dando anche la possibilità agli istruttori di sviluppare dei giochi che permettano, a quanti lo vorranno, di interagire con i loro figli richiamando l’idea di gioco e di divertimento che contraddistingue tale iniziativa.

Le giornate sono così organizzate:

  • Sabato 13 Aprile – Parco del Mercatello
  • Sabato 27 Aprile – Parco Pinocchio
  • Sabato 4 Maggio – Piazza della Concordia
  • Sabato 11 Maggio – Lungomare Marconi
  • Domenica 9 Giugno – Festa Finale presso lo stadio “D. Vestuti”

La giornata inaugurale vedrà la partecipazione di un’ospite di eccezione, il capitano della nazionale femminile di rugby Silvia Gaudino, madrina dell’evento.

piazze-del-rugby-maggio-giugno2013(2)-vivimediaDurante la giornata finale i ragazzi partecipanti all’evento potranno vivere una giornata di festa e di aggregazione interamente dedicata al rugby, insieme ai ragazzi delle giovanili dell’ASD Arechi Rugby e delle altre società campane che parteciperanno al Torneo Memorial “Ugo Petrone”.

Tutti i partecipanti (ragazzi, ragazze e genitori) avranno dunque la possibilità di conoscere il gioco del rugby tramite tre step: apprendimento, gioco, terzo tempo.

Primo step: l’apprendimento. I ragazzi avranno la possibilità di entrare a contatto con le basi del gioco del rugby (la meta, il passaggio all’indietro e il supporto ai compagni) unitamente alla spiegazione delle regole “non scritte” di base ma tipiche del rugby (come ad esempio il rispetto per i compagni di squadra e per gli avversari).

Secondo step: il gioco. I partecipanti all’iniziativa avranno la possibilità di giocare un tipo particolare di rugby che varierà secondo l’età dei partecipanti: dal rugby-acchiapparello al touch-rugby, dal gioco “a bloccare” a quello del fazzoletto, fino ad arrivare a una simulazione di gioco controllata e senza contatto fisico con il supporto attivo dei giocatori dell’ASD Arechi Rugby.

Terzo step: il terzo tempo. I bambini avranno la possibilità di prendere parte al terzo tempo tipico del rugby, inserendosi in un ambiente di festa e di condivisione che prosegue anche all’esterno del rettangolo da gioco. Supporto attivo per tale step giungerà dalla Centrale del Latte di Salerno, tra i partner ufficiali dell’iniziativa, che delizierà tutti i partecipanti con i suoi prelibatissimi prodotti made in Salerno.

Nella giornata di festa finale i genitori evidenzieranno, inoltre, le loro infinite doti culinarie concedendo a tutti i bambini partecipanti all’evento di gustare i prodotti dolci e salati preparati ad hoc o acquistati nel pieno rispetto dello spirito di condivisione che distingue il rugby da tutti gli altri sport.

Si precisa che durante tutte le giornate dell’iniziativa sarà presente il personale qualificato dell’Humanitas Salerno, altro importante partner del progetto, che fornirà supporto attivo durante l’intera manifestazione.

Nel corso delle varie giornate saranno messe in esposizione alcune foto di Massimo Pica, estratte in anteprima dalla mostra “Un Anno di Arechi Rugby”, che si terrà poi durante la giornata finale dell’evento presso lo stadio “Vestuti” di Salerno. La mostra ha come intento quello di raccontare per immagini l’avventura dell’Arechi Rugby vissuta quest’anno, evidenziando le regole scritte e non scritte che rendono il gioco del rugby unico nel suo genere e che, ovviamente, hanno per protagonisti i Dragoni.

Condividi

Commenti non possibili