SALERNO. Politiche sociali, Mancusi: “Protocollo tra Provincia e Agenzie per valorizzazione umana, sinergia in favore dei cittadini diversamente abili del nostro territorio”

protocollo mancusi«L’intesa di programma tra la Provincia di Salerno come Ente capofila e le Agenzie del territorio, costituisce la premessa per un progetto d’area vasta di “presa in carico totale” dedicato ai cittadini con disabilità, per consentire loro una migliore qualità della vita».

Così, l’assessore alle Politiche Sociali, Amilcare Mancusi, alla sottoscrizione del Protocollo d’intesa, siglato stamani nel Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, tra le Agenzie per la valorizzazione umana e l’inserimento sociale delle persone disabili Associazione Movimento di Cooperazione Educativa (M.C.E.), con sede a Salerno, Consorzio “HANDY CARE”, con sede a Salerno, Cooperativa Sociale “ARCOBALENO”, con sede a Celle di Bulgheria) e la Provincia di Salerno, per la realizzazione del programma “L’Albero d’Oro”, allo scopo di promuovere l’incontro domanda-offerta di qualità della vita, servizi e opportunità in favore di cittadine e cittadini portatori di disabilità e per il conforto delle loro famiglie.

La Provincia di Salerno, ponendosi come punto di riferimento per l’applicazione della Legge n. 328\2000, art. 14 (“presa in carico”), così come descritto nel programma “L’Albero d’Oro”, si impegna a:

1) Istituire un tavolo di Coordinamento delle attività relative all’attuazione del Programma “L’Albero d’Oro”, che si riunisce a cadenza bimestrale, al fine di favorire la collaborazione tra le Agenzie di promozione sociale ed i servizi territoriali per l’adozione di omogenee modalità operative delle attività comuni e complementari; promuovere la realizzazione di iniziative e la descrizione dei progetti specifici, mediante azioni e proposte concordate con i Servizi territoriali stessi; monitorare in modo congiunto le dinamiche del programma, nel corso del suo svolgimento e dell’inserimento sociale delle persone disabili, nel territorio della provincia di Salerno, rilevandone criticità, problematiche e formulando proposte migliorative;

2) Sostenere l’attività del Programma “L’Albero d’Oro”, per l’incontro tra domanda e offerta di servizi, Istanze Sociali, famiglie e persone disabili, attraverso i seguenti impegni ( promuovere il Programma presso gli Enti della Provincia, preposti alle diverse azioni che lo stesso Programma, prevede; sostenere, nei limiti normativi e programmatici, la collaborazione tra i diversamente abili e le Aziende locali, per l’inserimento lavorativo, nel rispetto degli adempimenti per legge previsti; garantire la più ampia disponibilità per incontri di valutazione, tra le Parti coinvolte, qualora insorgano difficoltà nella gestione del programma).

Le Agenzie, anche attraverso le strutture operative dalle stesse identificate, riconoscendo l’importanza di mettere a sistema le proprie esperienze per creare sinergie finalizzate all’attuazione della “presa in carico” dei cittadini disabili, s’impegnano a:

1) partecipare al Coordinamento attivato a livello provinciale e sub-provinciale, dall’Assessorato Politiche Socio-Sanitarie della Provincia ed a rispettare e mettere in atto le indicazioni operative concordate;

2) partecipare alla costruzione ed alla evoluzione della rete provinciale dei soggetti interessati all’inserimento sociale dei disabili;

3) partecipare a comuni momenti di formazione, promossi dall’Assessorato Politiche Socio-Sanitarie dalla Provincia;

4) descrivere ed attuare i progetti previsti dalla tesi di fattibilità del Programma “L’Albero d’Oro”;

5) accogliere le segnalazioni della Provincia relative a soggetti particolarmente svantaggiati che necessitano di percorsi d’inserimento ad alta protezione, secondo modalità operative da dettagliare con successive procedure ed istruzioni;

6) fornire periodicamente, a richiesta della Provincia, i dati sulle rispettive attività.

Condividi

Commenti non possibili