CAVA DE’ TIRRENI (SA). Cinque per mille dell’Irpef al Comune per sostenere le attività sociali

comune-3_vivimediaAppello del sindaco Marco Galdi e dell’assessore alle Politiche Sociali, Vincenzo Lamberti, ai cittadini cavesi per chiedere loro di destinare, in occasione della dichiarazione dei redditi, il cinque per mille dell’Irpef a “sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza”.

<<Tale gesto di solidarietà – dichiara l’assessore Vincenzo Lamberti – servirà ad aiutare chi non ha un lavoro con i voucher lavorativi, i diversamente abili, le famiglie in difficoltà, le mamme e gli anziani soli, i minori in cerca di famiglie affidatarie>>. <<Destinare il cinque per mille al Comune è una scelta di cuore – continua l’assessore Lamberti – e non rappresenta assolutamente un onere in più per i contribuenti. In mancanza di una precisa scelta, infatti, il cinque per mille delle nostre dichiarazioni dei redditi va comunque allo Stato. Firmando, invece, nel riquadro “sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza”, scegli di destinare una quota di imposte (che, ribadisco, devono comunque essere versate) per le finalità di carattere sociale del nostro Comune. Quanta più attenzione e sensibilità i cittadini avranno nei confronti di questa ottima iniziativa, tanti più servizi potremo erogare a favore degli anziani, delle famiglie e dei diversamente abili della Città>>.

Il Comune, successivamente, renderà pubbliche le informazioni inerenti alle modalità di spesa dei fondi raccolti.

Condividi

Commenti non possibili