CAVA DE’ TIRRENI (SA). L’impiego settimanale della Polstato, Carabinieri e Guardia di Finanza della città.

cava-forze-ordine-vivimediaSfruttamento della prostituzione, detenzione di stupefacenti, danneggiamento, ingiurie e minacce, truffa, appropriazione indebita, violazione agli obblighi di assistenza familiare, stalking, furto, elusione fiscali: questi i reati accertati dalle forze di polizia cavesi. Dal 6 al 13 maggio 2013, gli uomini e donne del Commissariato di Pubblica Sicurezza di corso Giovanni Palatucci, 4 (089.34.05.11), guidato dal Vice Questore Aggiunto Marzia dr.ssa Morricone, nell’esecuzione di 14 posti di controllo, monitorando il transito (da e per Cava de’Tirreni) di 92 autovetture con a bordo 139 persone, di cui 30 con precedenti penali. I controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 54, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti furti, liti di vicinato, danneggiamenti ed incidenti stradali sono stati 20. Il numero delle sanzioni per uso del cellulare durante la guida, guida senza tenere allacciata la cintura di sicurezza, mancata copertura assi curativa, omessa revisione periodica e patente scaduta di validità sono state pari a 14, col sequestro amministrativo di 4 autoveicoli. I passaporti rilasciati sono stati 35, oltre a 18 porto d’armi, di cui 9 rinnovi. I poliziotti di corso Palatucci, nel corso delle quotidiane attività info-investigative, hanno sequestrato 18 grammi di hashish, segnalando alla Magistratura salernitana 6 soggetti per detenzione di stupefacenti, stalking, furto e danneggiamento.

I militari della Tenenza dell’Arma dei Carabinieri di via Pasquale Atenolfi, 72 (089.441010), al comando del Tenente Vincenzo Tatarella, dagli eseguiti 19 posti di controllo, hanno monitorato il transito (da e per la Città dei portici) di 41 autovetture con a bordo 69 persone, di cui 28 risultate con precedenti penali. I controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 38, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti furti, liti di vicinato, danneggiamenti ed incidenti stradali sono stati 10. L’Arma cavese ha denunciato alla Magistratura salernitana, in stato di libertà, 1 soggetto di nazionalità cinese per sfruttamento della prostituzione, per aver attivato in via Pasquale Atenolfi, 8 una sede per massaggi ed altro. 2 le violazioni al codice della strada accertate, per uso del telefonino durante la guida e mancata revisione periodica del veicolo.

Il Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza (089.463797) di via Generale Luigi Parisi, 104/a, retta dal Luogotenente Donato Affinito, ha elevato 13 verbali per omesso rilascio di documenti fiscali, guida col telefonino ed omesso allaccio delle cinture di sicurezza. Le Fiamme Gialle cavesi hanno in atto una serie di controlli nei confronti di soggetti che hanno impropriamente fruito di prestazioni sanitarie agevolate, truffando la “pubblica sanità”; intanto hanno già segnalato alla Magistratura salernitana 9 soggetti per falsa “richiesta” del gratuito patrocinio a spese dello Stato, per processi penali a loro carico. Gli stessi rischiano la condanna penale da 1 a 5 anni di reclusione ed una salata multa.

Dal Corpo di Polizia Locale di via Ido Longo (800.279.221 gratis da cellulare e da telefono fisso – 089.341692), agli ordini del Dirigente-Comandante Antonino Ing. Attanasio, non c’è stato inviato alcun report.

Condividi

Commenti non possibili