CAVA DE’ TIRRENI (SA). Via Triosi: spostati in una posizione pericolosa i contenitori dell’umido. Proteste dei residenti.

Via Alberto Troisi

Via Alberto Troisi

Spostati i contenitori per il conferimento dell’umido in via Alberto Troisi in una posizione scomoda per tutti i residenti, in particolar modo per i tanti anziani che abitano in quella strada in quanto la nuova collocazione è in una posizione di grande pericolosità per raggiungerli, soprattutto nelle ore serali o notturne.

Molte le persone ultrasessantenni residenti in zona, alcune in condizioni di salute precaria, che si sono viste privare del loro piccolo diritto sociale a non essere sottoposte ad ulteriori e inutili disagi fisici per poter depositare un sacchetto di umido. Il provvedimento per la modifica del luogo di collocazione dei contenitori, emesso circa due mesi fa e subito messo in esecuzione, ha trovato da parte dei residenti un nutrita protesta tant’è che è stata promossa una petizione tra gli abitanti per chiedere una revisione dell’ingiusta disposizione. La richiesta, depositata e protocollata presso l’URP del comune metelliano più di un mese fa, non ha avuto nessuna riposta né da parte dell’Amministrazione né della Metellia Servizi, che da febbraio ha l’affido dell’Igiene Urbana.

Esasperati a tale indifferenza i residenti si sono rivolti ad un legale per promuovere una class action contro il comune di Cava de’ Tirreni per far valere i loro diritti come cittadini e come contribuenti, nonché per la salvaguardia della sicurezza degli anziani e dei residenti.

La petizione presentata è riportata di seguito:

 

Residenti Via A.Troisi

CAVA DE’ TIRRENI

 

Al Sig. Sindaco di Cava de’Tirreni

Dott. M. Galdi

Al dirigente

Dott. Attanasio Antonino                                                                                                     

Al Funzionario

Arch. Sportiello Vincenzo 

Al Comando Polizia Locale Cava de’ Tirreni (SA)  Via Ido Longo

All’assessore al ramo

Arch. Salsano Carmine                                                                                                  

e.p.c.     Metellia Servizi srl - Via Tafuri, 8 - Cava de’ Tirreni (SA)  

Dirigente Dott. Adinolfi S.re                                                               

 

Oggetto: Richiesta ripristino contenitori raccolta umido in Via Alberto Troisi, fra n.15/17

Venuti a conoscenza di un provvedimento, da ritenersi ingiusto, che sta comportando disagio a tutti i residenti della Via Alberto Troisi in termini di conferimento della frazione organica “umido” ad una distanza naturale impropria ma soprattutto pericolosa per gli stessi residenti nella maggior parte costituita da persona ultra sessantenni, invalidi e per alcuni di loro in uno stato di salute precario; Questa strana e dubbiosa nuova collocazione non ha, secondo noi, tenuto conto di alcune considerazioni di natura oggettiva: a) La precedente collocazione era esattamente al centro della Via Troisi numero civico 15/17 in uno spazio largo, tanto è vero, che erano collocati anche due contenitori metallici che si ricorderà raccoglievano tutti i tipi di rifiuti; b) La persona che provvede al conferimento in Via Abbro è esposto al pericolo dell’incrocio fra Via O. Di Benedetto – Via Abbro – Via Troisi e Via Atenolfi ed è logisticamente riconosciuto che comporta, per le persone  anziane, un incombente pericolo nell’attraversamento serale/notturno del predetto incrocio; c) non ci risulta ad oggi (tener presente che ci sono persone che vivono nella zona da oltre 60 anni) episodi o che si siano verificati mai problemi di qualsiasi natura sia per le persone che conferivano che per la raccolta stessa da parte degli organi preposti. Quindi ci sembra davvero illogico il provvedimento che oggi è stato adottato.

Pertanto chiediamo un immediato provvedimento per il ritorno dei contenitori in Via Alberto Troisi, 15, al fine di azzerare il disagio creato e scongiurare, in caso di non accoglimento della richiesta, ad adire le vie legali per tutelare i diritti e la salvaguardia della persona.

Vi saremo grati, in caso di vostro opportuno sopralluogo, permetterci di presenziare avvertendoci e comunicando al Sig. Spera Pietro o Sig. Argentino Vincenzo il giorno e l’ora del predetto sopralluogo.

Nell’attesa di un immediato riscontro distintamente salutiamo

Cava de’Tirreni, 01 Marzo 2013

Condividi

Commenti non possibili