CAVA DE’ TIRRENI (SA). Un bidone “sospetto” ritrovato nel vallone Contrapone.

Confluenza-Alvei-Contropone-Passiano-con-Fusto-200-litri-vivimediaLa salvaguardia ambientale resta prioritaria per l’Amministrazione comunale metelliana. Nelle scorse ore su input del sindaco Galdi e su indirizzo del neo assessore all’Ambiente e Igiene urbana, Fortunato Palumbo, la pattuglia ambientale retta dal ten. Vincenzo Della Rocca ha intrapreso l’ennesima verifica territoriale a caccia di discariche abusive e di materiale inquinante negli alvei torrentizi della vallata e nei valloni. I controlli hanno visto interessata la zona alta di Passiano- Contrapone e dai primi riscontri ha dato esito positivo. Ritrovato, infatti, un bidone di circa 200 litri, ancora sigillato e seppellito, seminascosto, sotto una coltre di fango. Gli agenti della pattuglia alla presenza dell’assessore Palumbo hanno provveduto a delimitare  la zona da bonificare e, nel contempo, ad avviare  ulteriori approfondimenti sulla natura del materiale contenuto del fusto ritrovato. L’assessore Palumbo ha immediatamente informato del ritrovamento il sindaco Galdi e insieme hanno convenuto di Protezione-Civile-Alveo-Contrapone(2)-vivimediaintensificare nella zona i controlli a caccia di eventuali altri bidoni abusivamente scaricati nel vallone.

“Non possiamo abbassare la guardia nel controllo del territorio- ha sottolineato l’assessore Palumbo-  I soliti ignoti devono sapere che vigileremo sempre di più a difesa dell’ambiente cavese e non tollereremo più attacchi indiscriminati a quella qualità della vita che una volta era il fiore all’occhiello di Cava. Il ritrovamento di un bidone al Contrapone spero sia stato solo un fenomeno occasionale. Ma se non dovesse essere così siamo pronti a rispondere subito all’emergenza”.

Condividi

Commenti non possibili