INGV ROMA. Marina Militare e Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: parte l’attivita’ di rilievi oceanografici.

Nave-Ammiraglio-Magnaghi-vivimediaL’Unità Idro-oceanografica d’altura della Marina Militare, Nave Ammiraglio Magnaghi, è giunta nella serata di mercoledì 15 maggio nel Porto di Pozzuoli per dare il via ad una importante attività scientifica in concorso con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).

Tale collaborazione si pone l’obiettivo dello studio della Caldera dei Campi Flegrei, ed in particolare della caratterizzazione del substrato marino delle acque del golfo, un’area di origine vulcanica, per la realizzazione di una rete di monitoraggio a mare.

Il team di studiosi è composto dagli esperti della Marina Militare, dai i ricercatori dell’Osservatorio Vesuviano (INGV-Na) e dai ricercatori dell’Unità di Geofisica Marina della sede di Porto Venere.

Questi ultimi parteciperanno alle attività a bordo delle unità idrografiche della Marina Militare mettendo a disposizione anche l’imbarcazione “BigOne”, progettata per l’esplorazione geofisica in aree costiere.

Su questa imbarcazione, i tecnici INGV, insieme ai piloti di Subonica, lavoreranno con il ROV Sirio, un robot sottomarino in grado di effettuare riprese video e campionamenti di gas emessi dalle fumarole.  Infatti, in collaborazione con Ageotec, e’ stato progettato dai tecnici dell’azienda e dai ricercatori INGV, un particolare dispositivo capace di catturare i gas e, quindi, di fornire ai geochimici dell’INGV una grande quantità di informazioni sulle sorgenti più profonde. Inoltre, sulla BigOne sara’ installato un innovativo Side Scan Sonar reso disponibile da una collaborazione con Oceanix, che consentirà di acquisire ‘immagini acustiche’ dell’area archeologica e delle fumarole presenti.

Tramite la strumentazione imbarcata sulle idrobarche sono stati condotti in questi giorni rilievi batimetrici a mezzo ecoscandaglio multifascio, rilievi stratigrafici con sub-bottom profiler e magnetometrici (magnetometro INGV).

Nave Magnaghi  sosterà nel Golfo di Pozzuoli fino al 29 maggio e sarà disponibile per visite a bordo da parte della popolazione civile nel corso del fine settimana:

il sabato dalle 15.00 alle 18.00

la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 (Sonia Topazio)

Condividi

Commenti non possibili