SALERNO. Un riconoscimento all’impegno svolto dai ceramisti con la mostra “Opere per l’Emilia” e al maestro Lucio Ronca.

Lucio Ronca

Lucio Ronca

L’Artigianato Artistico-Tradizionale sceglie Salerno per parlare del suo futuro. La Presidenza  nazionale dell’Unione Cna che comprende le imprese dei settori della lavorazione metalli e pietre preziose, ceramica, restauro beni culturali, mobili, ferro battuto, strumenti musicali tradizionali e tutte le attività connesse, ha deciso di riunirsi, anziché nella sede ufficiale di Roma, presso la Camera di Commercio di Salerno. Fino ad oggi soltanto in una precedente riunione, tenuta a Firenze, la presidenza aveva lasciato la sua tradizionale location. La scelta deriva dalla recente strategia attuata dalla Cna che mira a soddisfare la necessità di avvicinare maggiormente l’organo più rappresentativo della categoria della confederazione, ai territori che si contraddistinguono per una forte presenza di artigiani artisti e di attività che rendono merito alla categoria medesima.Un’attenzione particolare è stata data alle varie attività artigianali di Cava de’ Tirreni e Vietri sul mare, paesi che da un punto di vista qualitativo e commerciale rappresentano un importante “biglietto da visita” per la Provincia di Salerno, con la loro ceramiche , la lavorazione di ferro battuto ed il restauro, soprattutto a Cava de’ Tirreni di beni culturali. “Ma, per quanto riguarda Salerno, è anche un riconoscimento all’impegno e ai risultati ottenuti per l’organizzazione della Mostra “Opere per l’Emilia Artigiana”, iniziativa di grande pregio e significato- ha ricordato il direttore provinciale della Cna di Salerno, Paolo Quaranta-  che ha visto gli artigiani salernitani mettere a disposizione gratuita delle opere che, vendute, hanno consentito di devolvere fondi a favore delle imprese emiliane danneggiate dal terremoto dello scorso anno”.  Lunedì mattina alle ore 10,30 presso la sede del Centro Congressi Internazionale Salerno Incontra, già sede della Camera di Commercio di Salerno, sarà il presidente dell’ente, Guido  Arzano, a dare il suo benvenuto all’intera delegazione. “Come ha tenuto a sottolineare nella sua lettera di conferma alla scelta di Salerno, il presidente nazionale dell’unione artistico tradizionale, Gian Oberto Gallieri, la tappa salernitana – ha aggiunto il presidente provinciale, Sergio Casola- arriva anche in omaggio alla importante attività svolta dal nostro Maestro Lucio Ronca all’interno dell’organo nazionale, dove riveste il ruolo di vice presidente”. Oltre a relazionare sulle attività poste in essere negli ultimi mesi, la presidenza Cna Artistico tradizionale discuterà di un documento dal tutolo “ 61 tesi per la nuova Cna” e del futuro dell’Unione in vista dell’assemblea elettiva. “ Ma sono certo che ci sarà tempo e spazio per affrontare problematiche gravi ed urgenti come le nostre proposte per affrontare questo catastrofico momento di crisi- ha annunciato il presidente Lucio Ronca- la ceramica e tutto i manufatti dell’artistico tradizionale non si mangiano e la crisi ci sta annientando, passiamo le giornate fuori dalle nostre botteghe e qualcuno spegne la luce per risparmiare sulla bolletta energetica”. Un vero e proprio grido d’aiuto insomma quello che lancerà il rappresentante campano che sarà in compagnia nella riunione dei rappresentanti di tutti i settori artigianali artistici provenienti da diverse regioni Italiane. La presidenza è infatti composta oltre che dal presidente nazionale Gallieri ( EMILIA ROMAGNA- restauratore) al referente nazionale Luca Iaia, anche da David Valeria  (MARCHE-  Restauro tessuti), Franchi Aurelio (TOSCANA-Orafo), Franchi Fausto M.  (LAZIO  Orafo),   Licata Biagio  (SICILIA  -Lavorazione polvere marmo),  Malorzo Maria Concetta  (PUGLIA – Vetri Artistici),        Paolin S. Orazio  (VENETO  Lavorazione carta)        Ronca Lucio  (CAMPANIA –Ceramica)        Spigarelli Mauro  (UMBRIA  Ceramica)        Vigliaturo Silvio  (PIEMONTE  Vetri Artistici).

Condividi

Commenti non possibili