BATTIPAGLIA (SA). 37a edizione della “Ciclolonga”. Un’eco-passeggiata in bicicletta alla riscoperta dei luoghi immersi nella natura

“Una piacevole domenica in bicicletta, alla riscoperta dei luoghi della città e del vivere sano, immersi nella natura circostante, per ritrovare in totale relax il piacere dello stare insieme e della convivialità”: tutto questo è la “Ciclolonga”, la più famosa passeggiata in bicicletta  della provincia di Salerno, riconosciuta tale anche dal Ministero dell’Ambiente nel 2009 in occasione della “Giornata Nazionale della Bicicletta”,  promossa da Radio Castelluccio e dalla Croce Verde di Battipaglia e giunta alla sua 37ᵃ edizione. Un evento che in 37 anni si è consolidato penetrando nel cuore della città, circondato da un profondo affetto che si registra nel numero dei partecipanti, che va ben oltre le 5mila persone. L’appuntamento è per domenica 16 giugno alle ore 7.30 presso lo stadio S. Anna, dove saranno distribuiti i nuovissimi kit di Radio Castelluccio. L’escursione si snoderà attraverso le varie arterie cittadine, per godere degli angoli più nascosti della città in totale sicurezza. E’ prevista anche una gradevole sosta ristoro presso l’azienda agricola Eurocom dei fratelli Pierri, leader in Italia e all’estero nella produzione ed esportazione di prodotti ortofrutticoli.

Alla crescita esponenziale e costante della manifestazione hanno contribuito le tantissime associazioni presenti sul territorio, che da sempre operano nel sociale nel tentativo di colorare la città, capofila della Piana del Sele. 

“Nel corso degli anni – dichiara Lucio Rossomando, direttore di Radio Castelluccio e presidente dell’associazione “CicloRadioEventi” – la Ciclolonga si è sviluppata e la nostra associazione ha tentato di migliorarla ampliando l’evento con momenti ludici, come la lunga “Notte Bianca”, che anticipa e fa da traino alla passeggiata in bicicletta, e il concerto musicale che segue  la Ciclolonga, in serata, in piazza Amendola in pieno centro cittadino. Sul palco, nel corso delle varie edizioni, si sono esibiti personaggi del calibro di Angelo Di Gennaro, Alessandro Siani, Oscar Di Maio, Simone Schettino, Biagio Izzo, Alessandra Amoroso, Loredana Errore, con presenze che nei tre giorni di manifestazioni hanno toccato i 15mila visitatori. Purtroppo – sottolinea Rossomando – la città ha difficoltà a crescere e invece di collaborare insieme per migliorare sempre le varie kermesse, siamo stati costretti, di nuovo, a dover realizzare da soli l’unico grande evento dell’anno, la Ciclolonga appunto, che tuttavia riesce ad andare avanti da 37 anni, senza aver subito mai un arresto. Un’incredibile longevità per cui l’unico grazie è da rivolgere ai tanti cittadini, ai piccoli imprenditori e agli amici che hanno voglia e piacere di veder sorridere Battipaglia”. 

Il pensiero di Rossomando, però, è rivolto anche al futuro della comunicazione in città, attraverso la sinergia tra Radio Castelluccio e la nuova realtà televisiva di Sud Tv Network, che da Battipaglia si allarga a tutta la regione Campania e che tra breve, grazie all’esperienza di Renato Santese, trasmetterà dal canale 663 del digitale terrestre.

“Siamo proiettati in avanti, al futuro, con la speranza che giovani, idee nuove, progetti seri e concreti, ma soprattutto gente onesta e capace, possano far ritornare a risplendere la nostra cittadina, un tempo soprannominata la “California del Sud” – dichiara Rossomando – Continueremo a vigilare con microfoni e telecamere sempre accesi, anche quando i riflettori si spegneranno, dando voce alle persone. Nei nuovissimi studi abbiamo realizzato una redazione composta da giovani entusiasti, capaci e con tanta voglia di crescere. Saremo presenti in diverse manifestazioni nazionali come l’International Beach Soccer, evento in diretta su Sky Sport1 HD con Brasile, Argentina, Italia e Germania, in programma dal 28 al 30 giugno a Santa Maria di Castellabate, sulla spiaggia di Marina Piccola, nel suggestivo ed esclusivo panorama naturale della costiera cilentana. Daremo spazio a tanti eventi, programmi, talk show radiofonici e televisivi. Abbiamo deciso di accogliere la sfida e di offrire nuove prospettive. Al contrario, continuando così, tra vent’anni, saremo umiliati e mortificati dai nostri nipoti, dai nostri figli per non aver almeno tentato di fare qualcosa per sfruttare le straordinarie bellezze e potenzialità della nostra città: Battipaglia”.

Condividi

Commenti non possibili