CAVA DE’ TIRRENI (SA). Solidarietà ai colleghi minacciati

minaccia-alla-stampa-vivimediaL’Associazione Giornalisti di Cava e Costa d’Amalfi “Lucio Barone” esprime la sua piena solidarietà alle colleghe Rosaria Federico e Valeria Cozzolino ed a tutta la Redazione del quotidiano Metropolis, sottoposte ad una gravissima ed inaccettabile forma di intimidazione per aver raccontato l’inchiesta sugli abusi edilizi relativi alla casa del Sindaco di Scafati Aliberti.

Infatti, le edicole di Scafati sono state picchettate da non identificate persone che hanno intimato ai negozianti di non vendere i giornali e non esporre le locandine, che evidenziavano tra l’altro l’inserimento di alcune persone nel registro degli indagati, tra cui la mamma del Sindaco.

L’episodio è particolarmente grave perché, pur non essendo degenerato nella violenza fisica diretta, come quattro mesi fa è capitato al giornalista Cosma Colombo anche lui redattore  di Metropolis, è comunque tale da prefigurare un’aggressione nel caso di “disobbedienza”. E lede profondamente il diritto di cronaca che è una libertà costituzionale ed è uno dei fondamenti irrinunciabili di un giornalismo corretto.

L’Associazione Giornalisti “Lucio Barone” considera inoltre il fatto particolarmente preoccupante nel contesto nazionale, perché inseribile in un momento delicato di tensioni politiche forti e più o meno manifeste, con atteggiamenti minacciosi contro persone o giornalisti che, ricercando verità o semplicemente esprimendo opinioni, vengono accusate di essere venute veno a presunti doveri di  ”fedeltà“.

Per questo l’Associazione “L.Barone” auspica una reazione forte e diffusa di fronte ad episodi del genere, capace di impedire che se ne verifichino altri nel prossimo futuro.

Condividi

Commenti non possibili