SALERNO. Grande successo per il “Falesco Day”. Una serata con tutti i vini Falesco nel centro storico

salerno-piazza-abate-conforti-vivimediaDopo le edizioni di Roma 2011 e Milano 2013, è sbarcato anche nella città di Salerno,nei giorni scorsi, il “Falesco Day “ l’evento che porta sui banchi d’assaggio tutti i vini prodotti da Falesco  

L’evento, realizzato con il patrocinio del Comune di Salerno e la collaborazione di AIS Campania, è stato preceduto dal convegno “Il vino e il turismo di territorio”, che si è tenuto nello splendido Salone dei Marmi del Palazzo di Città. 

Tra i presenti in sala, molti operatori del settore, enoappassionati, sommelier, professionisti e produttori campani, tra cui Silvia Imparato proprietaria dell’Azienda Agricola Montevetrano, Arturo e Dora Celentano, il presidente della Strada del Vino Vesuvio Michele Romano, l’enologo Antonio Pesce, lo chef Lino Scarallo del ristorante Palazzo Petrucci, Francesco Tammaro del ristorante San Pietro di Cetara, Domizio Pigna della cantina La Guardiense e Peppino Pagano dell’Azienda Agricola San Salvatore. 

Alla conferenza sono intervenuti il parlamentare Paolo Russo ex presidente della Commissione Agricoltura della Camera, il presidente dell’Associazione Giornalisti Salernitani Enzo Todaro, il professore Raffaele Rauty dell’Università degli Studi di Salerno, il giornalista Vincenzo D’Antonio, l’assessore comunale al Turismo Vincenzo Maraio e l’enologo Riccardo Cotarella, proprietario di Falesco e neo-presidente di Assoenologi. 

Insieme, sotto la conduzione del giornalista e scrittore de Il Mattino Luciano Pignataro, hanno ripercorso l’evoluzione del vino campano e della sua immagine nel mondo negli ultimi vent’anni, ricordando il ruolo di apripista che ha saputo giocare il Montevetrano in questo radicale processo di cambiamento, e sottolineando la forte connessione che lega prodotti enogastronomici di qualità, identità territoriale, turismo e sviluppo economico. 

A seguire, il “Falesco Day2 con una passeggiata lungo via Roma, dove i winebar White Rabbit e Vizi di Bacco hanno servito agli invitati un aperitivo con Anita – vino spumante rosato a base Aleatico prodotto per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia – e Amanita: il primo cocktail ideato da Falesco, interpretato per l’occasione dai barman dei due locali. 

La camminata è proseguita poi in via Canali fino al Chiostro del Conservatorio “Ave Gratia Plena”, dove è stato possibile degustare tutti i vini Falesco, accompagnati dagli Gnocchi alla Sorrentina dello chef Gianfranco Vissani, e raccontati con passione dal personale della Cantina. 

Evidente la soddisfazione del Direttore Marketing di Falesco, Dominga Cotarella, per la riuscita dell’evento: “La partecipazione, l’entusiasmo e l’interesse della città di Salerno e di tutti gli invitati riconfermano ancora una volta il grande legame che unisce la Campania e mio padre, Riccardo Cotarella, insieme a Falesco, motivandoci ulteriormente a credere in questa regione per il futuro”.

Condividi

Commenti non possibili