SALERNO. “Il Poliziotto un amico in più”: premiati i vincitori del concorso

Si è svolta questa mattina a Salerno, nella sala azzurra della Prefettura, alla presenza del Prefetto Gerarda Maria Pantalone, del Questore Antonio De Iesu e del suo Portavoce Rossana Trimarco, nonché di Ketty Volpe, Esperta MIUR – Supporto Autonomia Scolastica USR Campania Ufficio XV Salerno, la cerimonia di consegna dei premi legati al concorso basato sul tema “Forza/fragilità: solo punti di vista“, indetto dalla Polizia in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, università e ricerca (Miur) e l’Unicef.

L’iniziativa s’inserisce nell’ambito del progetto di educazione alla legalitàIl poliziotto un amico in più“, giunto quest’anno alla tredicesima edizione, al quale hanno aderito 37 questure tra cui Salerno, dove il concorso è stato realizzato a cura di Adriana Ligrone, funzionario dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura e da Pietro Senatore, Sostituto Commissario della Polizia di Stato.

La cultura della legalità, il rispetto dei diritti umani, la tolleranza, la solidarietà sono i valori che il progetto vuole diffondere e sviluppare tra i giovani, valori fondamentali per la società di oggi e del futuro.

Gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria sono stati chiamati ad esprimere e rappresentare la loro esperienza prevalentemente di ambito familiare, mentre ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e del biennio della scuola di secondo grado è stata chiesta una riflessione sull’importanza delle relazioni umane e del quotidiano confronto con gli altri.

A fare gli onori di casa è stato Antonio De Iesu: “Questo progetto testimonia la relazione che da anni abbiamo avviato con i giovani e che va consolidandosi sempre più. In questo modo – ha sottolineato De Iesu – gettiamo le basi per costruire un rapporto solido con la società di domani, nell’ambito del concetto di Polizia di prossimità teso a rafforzare il legame tra la cittadinanza, le scuole ed i giovani con la Polizia di Stato. L’iniziativa serve proprio a creare questo tipo di relazione e rappresenta la testimonianza dell’affetto e della simpatia che circondano i poliziotti in risposta all’attenzione e alla sensibilità che la Polizia di Stato quotidianamente manifesta ai cittadini, e in particolare ai giovani, come valore aggiunto rispetto ai doveri istituzionali, per diffondere la cultura della legalità e della solidarietà“.

Protagonisti della giornata sono stati i bambini delle scuole vincitrici del concorso. In particolare sono stati premiati:

  • Alessandro Diograzia, Classe VB – Scuola Primaria Direzione Didattica Statale I Circolo di Scafati – Per la categoria “Arti figurative e tecniche varie”;
  • Antonio Morrone, Classe IIIA – Scuola Primaria “V. Giudice” Istituto Scolastico I Circolo di Eboli – Per la categoria “Opere Letterarie”;
  • Istituto Comprensivo di Buccino Scuola Secondaria di I grado – Per la categoria “Opere Letterarie”;
  • Istituto Comprensivo S. Antonio di Pontecagnano Scuola d’Infanzia di Picciola – Per la categoria “Arti figurative e tecniche varie”;
  • Istituto Comprensivo S. Antonio di Pontecagnano  Scuola Secondaria di I grado – Per la categoria “Tecniche multimediali e cinetelevisive”;
  • Liceo Statale “Regina Margherita” di Salerno Scuola Secondaria di II grado – Per la categoria “Tecniche multimediali e cinetelevisive”.

Hanno aderito al concorso anche le scuole, Istituto Statale d’Istruzione Sup. Pantaleone Comite Scuola Secondaria di II grado di  Maiori (SA), Istituto Comprensivo Scuola Primaria “Don Lorenzo Milani” di  Giffoni Valle Piana (SA), Istituto Comprensivo Scuola Secondaria di I grado “Giovanni XXIII” di  Altavilla Silentina (SA), Scuola d’Infanzia “Paolo VI” di  Vallo della Lucania (SA), Istituto Comprensivo Scuola Primaria e Secondaria di I grado di  Castelcivita (SA), II Circolo Didattico Plesso San Cesareo Scuola Primaria di  Cava de’ Tirreni (SA). (Roberto Trucillo)

Condividi

Commenti non possibili