SARNO (SA). Progetti PON, chiusura con i fiocchi al Terzo Circolo Didattico di Sarno

III-circolo-didattico-sarno-pon-2013-locandina-vivimediaCon una piacevole ed istruttiva manifestazione dedicata a Giovanni Boccaccio, nell’anno del settecentenario dalla sua nascita, lo scorso venerdì 31 maggio il Terzo Circolo Didattico di Sarno (Sa) ha salutato famiglie, bambini e docenti che quest’anno hanno preso parte ai corsi extrascolastici previsti dal PON “Competenze per lo sviluppo” 2007-IT 05 1 PO 007 F.S.E. (obiettivo C “Migliorare i livelli di conoscenze e competenze dei giovani”), realizzati grazie all’ottenimento dell’autorizzazione e dei finanziamenti da parte dell’Unione Europea.

Presso il Centro Sociale della cittadina sarnese, gli alunni delle classi IV e V di tutti i plessi del l’Istituto guidato dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Virginia Villani, sotto l’egregia direzione dell’Ins. Gaetana Martorelli e della Dott.ssa Venere Buonaiuto (rispettivamente tutor ed esperto del PON C1 F.S.E. 2011-2164 “Penso, elaboro, scrivo”) hanno messo in scena “DecameronC1no”, rappresentazione in quattro atti delle novelle più famose del Decameron di Boccaccio, lette e riscritte in chiave teatrale. «È stato molto soddisfacente – ha affermato l’Ins. Martorellivedere i bambini inscenare alcuni dei personaggi comici più noti ed alcune delle novelle più divertenti della cultura letteraria del Trecento». «Gli alunni sono stati gli autentici protagonisti dell’iniziativa – ha aggiunto la Buonaiutoperché sono stati gli artefici sia delle musiche, dirette dal Maestro Miki Belmonte, che dei dialoghi, riscritti in lingua moderna per renderli più fruibili ed attuali».

Una vera testimonianza, dunque, di come i giovani alunni del Terzo Circolo Didattico di Sarno siano stati in grado di rapportarsi con un testo “lontano” e difficile per la loro età. «Quando lo studio è presentato come momento di condivisione e d’intrattenimento, finalizzato al riso ed alla spensieratezza, anche i più giovani si avvicinano alla lettura», ha spiegato la Dirigente Virginia Villani, che non ha mancato di ringraziare tutti i docenti, gli esperti e gli allievi dell’Istituto che quest’anno sono stati coinvolti nei vari progetti integrativi, alcuni dei quali conclusisi già nei mesi precedenti. «Un grazie particolare - ha chiosato - va ai docenti, che hanno saputo motivare e guidare gli alunni con grande professionalità ed intelligenza; a tutti coloro che con il loro lavoro hanno fatto in modo che la grande famiglia del Terzo Circolo anche quest’anno mantenesse viva la tradizione dei suoi successi; ed agli alunni, cui va tutta la mia gratitudine per la serietà, l’impegno, la dolcezza e l’affetto che mi dimostrano continuamente. Tutte queste ragioni fanno sì che il nostro Circolo Didattico si impegni sempre di più nell’organizzazione di tali attività formative, perché crediamo che predisporre basi solide per la crescita culturale, umana e sociale dei nostri ragazzi rappresenti un plus per la nostra scuola e per tutta la collettività».

La serata al Centro Sociale di Sarno ha visto, poi, un emozionante saggio musicale eseguito dagli alunni della classe V del plesso di Masseria della Corte che, diretti dal maestro Arturo Esposito, hanno suonato con grande bravura un vasto repertorio musicale. Il loro saluto alla scuola, alle maestre ed alla Dirigente Scolastica è stato scandito da note e rime poetiche.

Condividi

Commenti non possibili