VIETRI SUL MARE (SA). Fatti brillare i tre ordigni ritrovati a Vietri

ordigni-bellici-monte-vavarone-giugno-2013(2)-vivimedia

Foto protezionecivilecava.it

Sono stati fatti brillare in mattinata i quattro ordigni bellici,e non tre come in un primo momento si pensava risalenti alla seconda Guerra Mondiale,ritrovati nei giorni scorsi  in un anfratto della montagna. Il quarto ordigno  è stato ritrovato nelle operazioni di messa in sicurezza. Tutti sono stati portati alla Beton Cave di Nocera Inferiore per farli esplodere. 

Sul posto sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri della Compagnia di Salerno, il Capitano Gennaro Iervolino Comandante Provinciale, i Carabinieri di Vietri sul Mare con il com.te Gerardo Ferrentino, i Vigili Urbani di Vietri sul Mare con il Com.te F.F. Ten. Giuseppe Masullo, la Croce Rossa Italiana con una squadra di medici ed infermieri coordinati dal dr. Pasquale Lamberti . Un’operazione, delicata e pericolosa, effettuata con e grandissima perizia da tutti i componenti delle varie componenti professionali presenti sul posto. Gli ordigni sono stati fatti brillare senza danni a cose e persone.

Non si escludono, vista la grande quantità di bombardamenti cui fu sottoposto  durante il conflitto mondiale il Monte S.Liberatore, da parte di tedeschi ed alleati,la presenza di altri ordigni inesplosi. La raccomandazione da parte delle Autorità e dei Carabinieri è, nel caso ci si dovesse imbattere in un corpo metallico che fuoriesce dal terreno, di non  toccarlo e di non estrarlo assolutamente, ma avvertire immediatamente le Forze del’Ordine .

Condividi

Commenti non possibili