VIETRI SUL MARE (SA). Multe ai commercianti vietresi. Mancati pagamenti per la TOSAP: intervengono i Carabinieri. Controlli serrati anche sulle spaigge

corso-umberto-I-vietri-sul-mare-vivimediaUn controllo sulle normative che prevedono il pagamento della tassa sulle concessioni comunali per l’occupazione di suolo pubblico ,da parte dei Carabinieri di Vietri ha prodotto risultati sconcertanti.Nei giorni scorsi , infatti gli uomini della locala Stazione dei Carabinieri,con a capo il Comandante Gerardo Ferrentino,hanno passato al setaccio tutte le attività commerciali che sono ubicate sul centralissimo Corso Umberto e sono state riscontrate, nella maggior parte dei casi , occupazione di suolo pubblico senza le necessarie autorizzazioni o/e ovviamente senza i relativi pagamenti concessionari che spettano al Comune,ossia la TOSAP.Inviata da parte dei Carabinieri di Vietri ,con una nota a carattere di  urgenza,in cui si richiede  l’emissione di una ordinanza sindacale in merito alla questione TOSAP e l’accertamento delle eventuali negligenze, mancati controlli ed  evasioni .I dati ufficiali parlano di “…7 violazioni amministrative a carico di altrettanti commercianti che insistono su Corso Umberto I, per occupazione abusiva della sede stradale, con intralcio alla libera circolazione di cittadini e mezzi di soccorso, ai sensi dell’art. 20 comma 1-4 del Codice della Strada.
Come misura accessoria, ai sensi del citato disposto normativo, è stato imposto alle parti l’immediata rimozione dell’occupazione ed il ripristino dello stato dei luoghi.
Avanzata richiesta al Sindaco di Vietri sul Mare di:
- emissione di un’ordinanza consequenziale che diffidi le parti interessate a non occupare gli spazi antistanti i propri esercizi;
- rivalutare le autorizzazioni concesse nell’ambito dell’intero territorio comunale alla luce della vigente normativa….

Questi controlli effettuati, rientrano nella sfera delle azioni di controllo del territorio e rispetto della legalità che da tempo stanno contraddistinguendo il lavoro dei Carabinieri di Vietri ,apprezzato dalla popolazione che sente “vicino” il supporto della Benemerita.Nessuna reazione per il momento da parte delle Istituzioni comunali,parte lesa,ma soddisfazione massima espressa dalla maggior commercianti ,in regola con i pagamenti delle tasse comunali. Una seria opera di prevenzione e  di controlli che mira a “scardinare” il malcostume di alcuni commercianti ,pochi per la verità,che continuavano a occupare ,ora si sa abusivamente,la sede stradale ,con grave pericolo per avventori e cittadini.La sera soprattutto ,Corso Umberto diventa ,ora si spera non più,soprattutto dopo che i Vigili Urbani finiscono il servizio di controllo, “terra di nessuno” e tavolini,sedie ,piante ombrelloni  e quant’altro,spuntano come funghi ad occupare quasi tutto il corso,oltre alle entrate di alcuni negozi di ceramica,che avevano molte volte protestato per la scarsa vigilanza soprattutto di sera.I controlli da parte dei Carabinieri e del Corpo dei Vigili Urbani proseguiranno,probabilmente per tutta l’estate ,e sembra si concentreranno anche nelle frazioni con particolare attenzione a Marina di Vietri .Altre verifiche verranno effettuate negli stabilimenti balneari dove ,soprattutto sulla spiaggia sono state segnalate e denunciate alle Forze dell’Ordine,  la vendita da parte di “vu cumprà” di oggetti  privi delle marchiatura CE, di capi di abbigliamento contraffatti,ma soprattutto pseudo massaggiatrici e tatuatori che ,a totale pericolo per i bagnanti  i quali  affollano in questi giorni le spiagge vietresi e senza nessuna garanzia igienico-sanitaria,svolgono abusivamente attività illecite.Da sottolineare,ricordano le Forze dell’Ordine ,che come la legge prevede, oltre al venditore ,anche l’acquirente è passibile di denuncia e di multe,salatissime,se nel caso venisse sorpreso in possesso di materiale di dubbia o illecita provenienza,oltre al sequestro dei capi, ma soprattutto si ricorda di non farsi fare tatuaggi o massaggi che ,secondo le ultime stime del Ministero della Salute,hanno provocato migliaia di casi di epatite e reazioni allergiche a coloro i quali si sono sottoposti a questi trattamenti in spiaggia.

Condividi

Commenti non possibili