VIETRI SUL MARE (SA). Vietri ancora senza Presidente del Consiglio. Nomina in cambio di un accordo politico?

Vietri-col-Duomo-380x_vivimediaDopo l’addio, nell’aprile scorso, dell’ex-assessore Luigi Gorga, l’Amministrazione di Vietri sul Mare è ancora senza Presidente del Consiglio Comunale, nomina per ora detenuta dal Sindaco. Mario Pagano, allora Presidente del Consiglio, all’indomani della sua nomina ad Assessore, con le stesse deleghe di Gorga, rimise il mandato nelle mani del Sindaco e da allora non si è ancora provveduto alla nomina del nuovo Presidente. Esso è una figura, come si sa, di garanzia per l’ìntero Consiglio Comunale e in genere viene assegnata alla minoranza, ma l’Amministrazione Benincasa, all’indomani del suo insediamento ritenne “doveroso” e opportuno, in virtù della sua vittoria elettorale, votare per un eletto delle sua lista. Il Presidente del Consiglio è anche una ottima “base” di partenza per una eventuale collaborazione politica, o per eventuali accordi elettorali all’indomani delle nuove elezioni che si terranno il prossimo anno nel centro costiero.
Molti nomi sono stati fatti nel corso di questi mesi, da un eventuale esponente della maggioranza, da Giovanni Di Mauro, che bene ha fatto come Assessore alla Protezione Civile, a Vincenzo Cardamone, ex Assessore allo sport, passando per Giovanni de Simone attuale Assessore al Turismo ed alla Cultura e Antonella Raimondi attuale Assessore alla legalità e Polizia Municipale.Nessuna apertura è stata fatta,invece, alla minoranza a Antonio Borrelli o ad Alfonso Trezza, fuoriusciti dalla maggioranza, come modo per “recuperare” eventualmente un accordo politico bruscamente interrotto o a Michele Sarno, mentre qualche approccio, seppur larvato, sembra sia stato fatto nei confronti dell’ex-Sindaco di Vietri Cesare Marciano, al quale sembra sia stato chiesto di concorrere alle prossime elezioni insieme all’attuale Sindaco Francesco Benincasa. Una situazione politica tutta da definire, ma soprattutto tutta da determinare partendo dalla reintroduzione di un organismo, quale il Presidente del Consiglio, che è figura imprescindibile della legalità democratica dell’assise comunale.

Condividi

Commenti non possibili