CAVA DE’ TIRRENI (SA). Polstato, Carabinieri, G.D.F. e Polizia Locale cavese: il consuntivo

cava-forze-ordine-vivimediaCostante e proficua l’attività delle quattro forze di Polizia cavesi. Detenzione di stupefacenti per uso personale, guida senza patente perché mai conseguita, furto di rame, danneggiamenti a cose private ed a beni di pubblica utilità, sequestri di auto e motocicli perché circolanti senza assicurazione obbligatoria, plurime violazioni al codice della strada, collocazione, abusiva, di mega tabelloni pubblicitari, monitoraggio degli scarichi d’immissione nel Torrente Cavaiola, trasporti funebri non autorizzati ed evasione fiscale: questo è quanto accertato dalle quattro forze di polizia cavesi dal 8 al 15 luglio 2013. Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di corso Giovanni Palatucci, 4 (089.34.05.11), diretti dal Vice Questore Aggiunto Marzia dr.ssa Morricone, nell’esecuzione di 18 posti di controllo, monitorando il transito (da e per Cava de’Tirreni) di 123 autovetture con a bordo 161 persone, di cui 23 risultate avere precedenti penali. I controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 69, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti furti, liti di vicinato, danneggiamenti e rilevazione di incidenti stradali nelle ore notturne sono stati 31. Il numero delle sanzioni amministrative per uso del cellulare durante la guida, senza tenere allacciate le cinture di sicurezza, mancanza di assicurazione, omesso arresto del veicolo all’intimazione dell’alt e guida senza patente, perché mai conseguita, sono state 8, col sequestro di 2 auto-motoveicoli. I passaporti rilasciati sono stati 29, oltre a 15 porto d’armi, di cui 13 rinnovi. In tema di stupefacenti i poliziotti di corso Palatucci hanno sequestrato una modica quantità di marijuana e segnalati 2 giovani assuntori alla Prefettura di Salerno per il prosieguo di competenza, perché dichiaratisi “tossicodipendenti”.

I militari della Tenenza dell’Arma dei Carabinieri di via Pasquale Atenolfi, 72 (089.441010), al comando del Tenente Vincenzo Tatarella, dagli eseguiti 48 posti di controllo, hanno monitorato il transito (da e per la Città dei portici) di 88 autovetture con a bordo 96 persone, di cui 31 risultate pregiudicate. I controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 59, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti furti, liti di vicinato, danneggiamenti ed incidenti stradali sono stati 9. L’Arma cavese ha denunciato 9 soggetti in stato di libertà per vari reati, di cui 1 per detenzione, ad uso personale, di sostanze stupefacenti, segnalando il soggetto alla Prefettura salernitana, per il più a praticarsi, ma ha contestato anche 9 violazioni al codice della strada per utilizzo di casco non omologato, col conseguente sequestro del motociclo, omessa revisione periodica e omessa esibizione dei documenti di circolazione.

Il Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza (089.463797) di via Generale Luigi Parisi, 104/a, retta dal Luogotenente Donato Affinito, ha elevato 12 verbali per omesso rilascio di documenti fiscali, guida col telefonino ed omesso allaccio delle cinture di sicurezza (artt. 172 2 173 del Codice della Strada. Le Fiamme Gialle cavesi hanno in fase di ultimazione i riscontri oggettivi e soggettivi nei confronti di “falsi invalidi”, “residenti fittiziamente” e “finti poveri“ di Cava de’Tirreni, destinatari d’improprie pensioni d’invalidità, assegni d’accompagnamento, pensione sociale, agevolazioni sanitarie e comunali. I soggetti dimoranti oltre Europa, presentando l’ISEE negativo, frodano sia l’I.N.P.S., riscuotendo la pensione sociale, e sia la pubblica sanità, assicurandosi sostanziose agevolazioni per il pagamento dei tiket e sia l’Ente Comune, per le riduzioni della TARES (ex tassa sui rifiuti solidi urbani), l’ottenimento di contributi alloggiativi ed altro.

Il Corpo di Polizia Locale di via Ido Longo (800.279.221 gratis da cellulare e da telefono fisso – 089.341692), agli ordini del Dirigente-Comandante Antonino Ing. Attanasio, con l’attività svolta dalla Sezione Motorizzata e Nucleo di Polizia Stradale, al comando del Ten. Col. Giuseppe Ferrara, coadiuvato dai Tenenti Gerardo Avagliano, Pino Senatore ed Angelo D’Acunto ha rilevato 173 violazioni al codice della strada; sequestrando 4 ciclomotori, di provenienza furtiva, di cui 3 nella Frazione Santissima Annunziata ed 1 nei presi di Villa Rende. Dagli 11 posti di controllo sono stati controllati 113 veicoli e 70 ciclo/motocicli. I Caschi Bianchi, nella centralissima piazza Vittorio Emanuele II, in un’area adiacente ad un cantiere, hanno rilevato una grossa quantità di materiale edile di risulta, contravvenzionando il titolare della ditta esecutrice dei lavori, come ha finalmente contestato al titolare di un noto esercizio commerciale di via Vittorio Veneto l’abbandono di rifiuti non debitamente differenziati, condizionati in diversi bustoni di colore nero.

La Sezione Ambiente e Degrado Urbano, al comando del Tenente Enzo dr. Della Rocca, in cooperazione con gli operai dell’ufficio Tecnico e dell’Ufficio Tributi, retto dall’Avv. Angelo Trapanese, in via Gaudio Maiori (zona industriale), hanno constatato l’abusiva posa in opera di 2 mega impianti pubblicitari stradali, perché posizionati in contrasto con le norme del C. della S., che si vanno a sommare ai 38 già rimossi in precedenza. Gli stessi agenti hanno anche contestato 2 sanzioni, per complessivi 2.093 euro, per affissione abusiva di manifesti in via XXV Luglio e corso Principe Amedeo, ma hanno anche rilevato, in via Vittorio Veneto, corso Guglielmo Marconi e corso Giovanni Palatucci 4 violazioni per conferimento di rifiuti in giorni non consentiti. Lo stesso personale, cooperato da tecnici dell’U.T.C., hanno in corso di monitoraggio gli scarichi nel Torrente Cavajola ed alla data sono 30 le verifiche svolte.   

La Sezione Annona, al comando del Tenente Franco Ferrara ha eseguito 35 accertamenti nei confronti di esercizi pubblici, senza rilevare violazioni, ma ha elevato, invece, 11 verbali per trasporti funebri non autorizzati. 

Condividi

Commenti non possibili