VIETRI SUL MARE (SA). Denunciato “paga” con un defibrillatore. Intanto nuovi sequestri e denunce

defibrillatore vivimediaPerde la causa e risarcisce i Vigili urbani di Vietri con un defibrillatore, i quali donano lo stesso alla ASL. Si conclude cosi la vicenda che ha visto protagonista nell’estate del 2012, due agenti della Polizia locale di Vietri, l’Ass.te Inverso Marco e l’Agente Memoli Alfonso che sanzionarono un cittadino vietrese, il sig. Padovano Stefano, per un divieto di sosta in pieno centro. L’uomo accortosi della multa, comincio’ ad inveire pesantemente all’indirizzo dei caschi bianchi, offendendoli davanti a decine di persone. L’uomo, così fu  denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale e, in sede giudiziaria, propose  il risarcimento danni, offrendo circa trecento euro ai due agenti e al Comune di Vietri, quale loro ente di appartenenza. I tre, però, rifiutarono la somma di denaro, a condizione che l’uomo denunciato con quella cifra comprasse un defibrillatore automatico da donare al Comando di Polizia locale. Il defibrillatore è stato ieri donato materialmente presso il Comune di Vietri sul Mare dal  sig.Padovano Stefano accompagnato dall’Avvocato Granozi Massimiliano, e l’Ass.te Inverso Marco e l’Agente Memoli Alfonso, hanno immediatamente contattato l’ASL per donare il prezioso macchinario ai cittadini vietresi, chiedendo alla stessa ASL di organizzare un corso di formazione per l’utilizzo con rilascio di diploma di abilitazione BLS e BLSD, sperando ovviamente che il defibrillatore  non sia mai utilizzato .

Nel frattempo, pero’ un’altra operazione dei Vigili Urbani di Vietri. Stamattina personale della Polizia locale, con l’ausilio di personale della squadra tecnica comunale, ha proceduto al ripristino dello stato dei luoghi mediante la rimozione di 2 impianti pubblicitari posizionati da parte di ignoti (solo struttura) che durante la notte erano stati  posizionati stabilmente al suolo sulla Via de Mariniis, nella frazione Molina, senza alcuna autorizzazione.

L’intervento è servito ad evitare che nelle prossime ore qualche malintenzionato potesse completare l’opera e deturpare la bellezza paesaggistica del posto.

Condividi

Commenti non possibili