VIETRI SUL MARE (SA). Marina tra strade “chicane” e parcheggi “anomali”

vietri marina sosta selvaggia luglio 2013 vivimediaEra da tempo che si annunciavano tempi duri i turisti che privilegiano la spiaggia di Marina di Vietri per il loro bagno domenicale. E’ da tempo che coloro i quali si avventurano per Via Costabile debbono fare molta attenzione alla via sconnessa, piena di buche, con pericolo di rottura di freni e sospensioni, ma ancor più pericolosa per i motorini sempre a rischio caduta. Ma se si riesce a passare indenni il primo ostacolo ecco presentarsene subito altri :una seria di nuova strade, costruite come da progetto del Piano PUE, le quali più che strade sembrano piste di go-kart, e con una assoluta, sicuramente temporanea, assenza di segnali che ne regolamentano la circolazione. Nel periodo di maggiore afflusso di auto e di autobus, i tempi di attesa per percorrere i cento metri che dal bivio del Fiume Bonea portano ai due maggiori stabilimenti balneari è stimato tra i venti ed i venticinque minuti fermo restando che non si “incontrino” due pulmini ed allora è blocco totale. Come più volte è stato messo in evidenza, in vari incontri pubblici, ed anche in molti, infuocati, Consigli Comunali, il problema più grande di Marina è la mancanza di parcheggi, anche se ad onor del vero l’Amministrazione Comunale retta dal Sindaco Francesco Benincasa, ha ridotto, per tutto il periodo estivo, il prezzo del parcheggio nel campo sportivo, cercando di alleviare il problema ai bagnanti ed alla popolazione della frazione. Ma purtroppo la situazione sembra non avere una soluzione, poiché gli automobilisti, causa l’affollamento e la chiusura del campo, dopo aver raggiunto il numero minino di auto, stimate in circa 350, parcheggiano su marciapiedi, strade, ai lati delle carreggiate, con grandissimo disappunto degli automobilisti civilmente in fila, ma soprattutto con un gravissimo danno alla circolazione. Multe, tantissime e salatissime, da parte dei Vigili Urbani di Vietri e sistematico controllo del territorio da parte dei Carabinieri di Vietri, sembrano non sortire l’effetto sperato, anche per il numero esiguo di cui dispongono le Forze dell’Ordine.Marina, quindi, è sempre più preda di incivili e”indecorosi”, pochi ancora per fortuna, bagnanti che pur di passare una domenica al mare, dimenticano troppo spesso le più elementari regole del senso civico.

Condividi

Commenti non possibili