CAVA DE’ TIRRENI (SA). Cava de’ Tirreni e Delfi: avviate le procedure per la stipula di un gemellaggio

gemellaggio-Cava-Delfi-(2)-agosto-2013-vivimediaNella giornata di ieri e ancora oggi, 18 agosto 2013, il sindaco Marco Galdi ha visitato la città di Delfi, sede del santuario dedicato al dio Apollo e dell’omonimo oracolo, che nell’antichità era identificato come “ombelico del mondo”. Nel corso dell’incontro con il sindaco della storica città greca, ing. Nikolaos D. Fousekis, e con il vicesindaco, prof. Ioannis Liritzis, i primi cittadini di Cava de’ Tirreni e di Delfi hanno manifestato la reciproca intenzione di avviare le procedure per addivenire alla stipula di un gemellaggio fra le proprie Comunità, per consolidare lo spirito di fratellanza che già unisce il Popolo greco con la città di Cava de’ Tirreni, sede nel ’44 del Governo greco in esilio.

Fautrice dell’incontro, su richiesta del sindaco Marco Galdi, la dott.ssa Violetta Polizoi (moglie dell’urologo dott. Pino Contaldo, anch’egli presente), cittadina cavese originaria della ridente località di Itea (che afferisce al comprensorio di Delfi), ove esercita nel periodo estivo la professione di farmacista insieme al fratello Takis.

Hanno partecipato all’incontro l’Ambasciatore Emerito di Grecia presso la Repubblica Italiana, dott. Evangelos Fragoulis, ed il Console onorario d’Italia nel Peloponneso, dott. Christos Papavassiliou, anche nella sua qualità di vicepresidente della Camera di Commercio italo-ellenica.

gemellaggio-Cava-Delfi-(1)-agosto-2013-vivimediaLa procedura per la stipula del gemellaggio è particolarmente complessa, perché per legge le città di Atene, Olimpia e Delfi, simbolo della storia greca, devono essere espressamente autorizzate alla stipula di gemellaggi, sia dal Ministero degli Esteri sia dal Ministero della Cultura della Repubblica Ellenica.

L’iniziativa del gemellaggio con Delfi nasce anche da una specifica richiesta presentata dal Forum dei Giovani di Cava de’ Tirreni, presieduto dal dinamico e validissimo giovane dott. Emiliano Sergio, con l’appoggio del comitato cittadino per i gemellaggi, presieduto dall’infaticabile dott. Nicola Pisapia, dirigente della Camera di Commercio di Napoli.

Delfi, fino ad oggi, non aveva mai accettato altra proposta di gemellaggio, pur avendo più volte ricevuto richieste in tal senso da città di tutto il mondo. Il sindaco di Cava de’ Tirreni, prof. Marco Galdi, ha dichiarato: <<Costituisce un onore immenso ed un privilegio di altissimo valore culturale e morale per la nostra città, che pure vanta una storia millenaria e gloriosa, che la città di Delfi abbia accettato la nostra proposta di gemellaggio. Delfi ha rappresentato per l’antichità il centro religioso e politico di maggior prestigio ed unanime riconoscimento fin dall’VIII secolo a.c.. Qui si riunivano le città greche da tutto il Mediterraneo in occasione dei Giochi Delfici e qui, spesso, si decidevano, interpretando gli oracoli della Pizia, le sorti della pace e della guerra, dei governi e delle Nazioni. Sono certo che il primo gemellaggio di Cava con un paese del Mediterraneo, soprattutto in questo momento storico così delicato, sarà foriero di importanti sviluppi non solo culturali, ma anche economici e sociali per la nostra Città>>. (Antonello Capozzolo)

Condividi

Commenti non possibili