CAVA DE’ TIRRENI (SA). Cambiate talune norme del Codice della Strada: pagare subito, per versare meno!

colonnello-giuseppe-ferrara-comandante-polizia-locale-cava-vivimedia

Dall’incontro avuto stamane (mercoledì 21 agosto 2013) col Ten. Col. Giuseppe dr. Ferrara, Vice Comandante del Corpo di Polizia Locale di Cava de’Tirreni, sulle frequenze televisive 271 “Santuario TV Cava“, nel corso del quale l’Ufficiale ha esplicitato il contenuto della Circolare n. 300/A/6333/13, diramata il 12 corrente mese dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Direzione Centrale per la Polizia Stradale, oltre a tutte le Prefetture anche ai Comandi Generali della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri, oltre che si è potuto apprendere  che a far data da oggi, mercoledì 21 agosto 2013, con l’integrazione del 1° comma dell’art. 202 del vigente Codice della Strada, tutte le violazioni alle norme del medesimo codice, per le quali è previsto il pagamento di una sanzioni amministrativa pecuniaria, il trasgressore o l’obbligato in solido (intestatario del veicolo se persona diversa dal conducente) possono estinguere l’infrazione mediante pagamento, entro 5 (cinque) giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale, di una somma pari al minimo edittale, ridotta del 30%. La riduzione non si applica agli importi relativi alla spedizione e notifica del verbale.

 

Non potranno beneficiare della riduzione in argomento coloro che commettono violazioni per le quali non è consentito il pagamento in misura ridotta (es. guida in stato di ebbrezza) o per le quali è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo.

 

Da oggi, nel redigere il verbale di contestazione, l’agente procedente dovrà indicare anche la “nuova” forma di pagamento agevolato e l’importo corrispondente!

 

La legge di conversione del Decreto Legge 21 Giugno 2013, n. 69, in corso di pubblicazione sulla G.U., ha infine emanato disposizioni sia circa la definizione istantanea della violazione, mediante pagamento a ”mezzo bancomat“, di cui gli agenti verranno dotati, e sia per la notifica a mezzo “posta certificata”.

In via esemplificativa citiamo che se fino a ieri il divieto di accesso veniva sanzionato col pagamento di €. 40, da oggi saranno dovuti 28 €.; se attraversare una ZTL ci “costava” 80 €., da oggi si pagheranno 56 €..

Condividi

Commenti non possibili