MAIORI (SA). “Operation Avalanche 1943-2013” (1-10 settembre 2013): 70° anniversario dello sbarco degli Alleati

operation-avalanche-1943-2013-vivimediaL’Assessorato alla Cultura del Comune di Maiori, diretto dal Consigliere delegato Mario Piscopo, ha messo a punto un ricco programma di eventi culturali denominato “Maiori – Operation Avalanche 1943-2013” (1 – 10 settembre 2013), predisposto per il 70° anniversario dello sbarco degli Alleati, avvenuto alle ore 3 e 20 del 9 settembre 1943 con i Rangers del leggendario capitano William Orlando Darby, che stabilì il suo quartier generale in Palazzo Mezzacapo mentre fu allestito un ospedale militare nella Chiesa di San Domenico.

L’obiettivo dello sbarco a Maiori era duplice: raggiungere tempestivamente il Valico di Chiunzi e scendere come una valanga su Nocera e Pagani per congiungersi con le truppe inglesi sulla Statale 18 e marciare alla volta di Napoli per liberarla dai Tedeschi.

Ma il piano non potette essere realizzato secondo le previsioni, in quanto i rangers trovarono la resistenza dei tedeschi asserragliati a Corbara, che li costrinsero a restare per ben ventidue giorni nel Forte Shuster sul Valico di Chiunzi, attualmente trasformato in un ristorante e dove fu allestito un ospedale di fortuna per sopperire alle gravi conseguenze dell’attacco tedesco.

Una pagina di storia importante per Maiori, che il Comune – sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio dell’Ambasciata Britannica di Roma, del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno, del Museum of Operation Avalanche di Eboli e della Provincia di Salerno, in collaborazione con le Associazioni: La Feluca, Maiori Film Festival, Atellana, il Centro di Cultura e Storia Amalfitana, Amalfi Coast Music & Arts Festival, Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo ed i Ranger - intende far rivivere nella memoria collettiva per evidenziare le trasformazioni sociali, culturali e di costume avvenute in seguito a questo evento che ha cambiato il corso della storia della Costiera Amalfitana e dell’Italia e segnando così la conclusione della II guerra mondiale. 

Il Sindaco Antonio Della Pietra, che continua ad investire in cultura, nonostante i tagli operati agli enti locali da parte del Governo centrale, esprime soddisfazione per il programma delle manifestazioni che prende avvio domenica 1° settembre, alle ore 18.00 a Palazzo Mezzacapo, con l’inaugurazione della mostra “Schegge di memoria tra storia e cronaca” a cura di Angelo Pesce, Presidente del Comitato Scientifico del Museum of Operation Avalanche di Eboli. Alle ore 19.00 Clodomiro Tarsia, caporedattore de Il MATTINO intervisterà testimoni privilegiati che rievocheranno i giorni dello sbarco. 

Lunedì 2 settembre, nei giardini di Palazzo Mezzzacapo alle ore 21.30, Roberto Ruocco sarà l’interprete del concerto “Il sogno americano, canzoni e miti”. 

Martedì 3 settembre nel Salone degli Affreschi di Palazzo Mezzacapo, alle ore 18.00, è in programma una giornata di studio: “L’Operation Avalanche a Maiori e in Costiera Amalfitana: oltre la condivisione di una storia di guerra” con la partecipazione di esperti di storia locale, coordinati dal prof. Giuseppe Fresolone dell’Università degli Studi di Salerno. Seguirà la proiezione del documentario “Quel quattro settembre di settanta anni fa”, a cura di Giancarlo Barela dell’Associazione Maiori Film Festival.

Nelle interviste raccolte tra le persone anziane del posto viene messo in evidenza che dopo un primo momento di stupore e di meraviglia, legato inevitabilmente a paura e ansia, la popolazione iniziò, con il passare dei giorni ad abituarsi alla convivenza – dal momento che gli “Americani” erano descritti come invasori dagli organi fascisti – e non mancarono gesti di solidarietà e di collaborazione da parte dei Maioresi che invece li definivano come “liberatori”, come eroi venuti da lontano, che combattevano l’oppressore tedesco. 

Mercoledì 4 settembre, alle ore 20.30, presso il Convento di San Francesco, sarà proiettato il film “Paisà” di Roberto Rossellini (1946). Il film, girato con attori prevalentemente non professionisti, rievoca l’avanzata delle truppe alleate dalla Sicilia al Nord Italia. È costituito da 6 episodi: I) Sicilia; II) Napoli; III) Roma; IV) Firenze; V) Appennino Emiliano; VI) Porto Tolle. 

Giovedì 5 settembre, alle ore 19.00, nel Salone degli Affreschi di Palazzo Mezzacapo è prevista un’interessante conferenza su “Il sapore della libertà e la stagione di cambiamenti nello stile, nella moda, nei costumi”, coordinata da Paolo Apolito, docente di Antropologia Culturale presso l’Università degli Studi di Salerno. 

Venerdì 6 e sabato 7 settembre a Corso Reginna, nei Giardini di Palazzo Mezzacapo e nello slargo San Domenico, è prevista la rievocazione teatrale dello sbarco a cura dell’Associazione Atellana. 

Domenica 8 settembre presso la Collegiata di Santa Maria a Mare al temine della Messa vi sarà la scopertura di una lapide commemorativa, mentre alle 21.30 a Corso Reginna è in programma il concerto dell’Allied Forced Band Naples  ed alle ore 24.00 il suono del Silenzio (fuori ordinanza) e contestuale proiezione di immagini dello sbarco. 

Lunedì 9 settembre sul Lungomare Amendola presso il monumento di S. Maria a Mare, alle ore 10.00, sarà celebrata una santa Messa in suffragio dei caduti durante lo sbarco e nella II guerra mondiale, officiata dal Vescovo dell’Arcidiocesi Amalfi – Cava de’ Tirreni e dal Cappellano Militare USA di Napoli. Al termine sarà deposta una corona d’alloro sul monumento ai caduti ed a mare sulle note della banda musica Città di Minori che alle ore 12.00 si esibirà in un concerto a Corso Reginna. Alle ore 19.00, presso Palazzo Mezzacapo, in programma “Fogli di diario” e cortometraggio da parte degli alunni della terza elementare sez. B, a cura di Angiola Amaranto, dell’Istituto comprensivo Luigi Staibano di Maiori; seguirà la premiazione dei vincitori del concorso “La memoria recuperata” al quale hanno partecipato gli alunni degli Istituti comprensivi di Maiori/Minori e Tramonti ed una conferenza da parte di Donato Sarno su “Lo sbarco degli Alleati a Maiori nei ricordi di archivio”. 

Il programma celebrativo si concluderà martedì 10 settembre, alle ore 20.00, presso l’auditorium l’incontro con  la performance teatrale “Lo sbarco raccontato dai ragazzi” a cura della classe terza media sez. A, con la regia di  Domenico Russo dell’Istituto comprensivo Luigi Staibano di Maiori. In conclusione sarà consegnato il testimone “La memoria recuperata 9 settembre 1943 – 9 settembre 2043” alle future generazioni”.
(Eugenia Apicella)

Condividi

Commenti non possibili