OLEVANO SUL TUSCIANO (SA). Scoperta piantagione di canapa indiana, indagini della Polizia per individuare i responsabili

piantine-canapa-indiana-olevano-sul-tusciano-PS-agosto-2013-vivimediaPersonale della Polizia di Stato appartenente alla squadra anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia, diretto dal Vice Questore Aggiunto Antonio Maione,  nell’ambito di una attenta ed efficace attività info – investigativa conseguente al registrato aumento del consumo di droga, hanno individuato, in zona rurale di Olevano Sul Tusciano, frazione Monticelli, una piantagione di canapa indiana.

Questa mattina, i poliziotti, con l’ausilio di personale della Polizia Locale del Comune di Olevano Sul Tusciano, sono intervenuti presso un fondo agricolo ed hanno rinvenuto N° 30 piante di cannabis indica con arbusto alto circa 2,5 metri, pronte per essere tagliate, essiccate e lavorate al fine di ricavarne dosi di droga da spacciare ai consumatori della zona.

Le piante sono state sequestrate per la successiva distruzione. Sono in corso indagini per risalire alle persone ritenute responsabili della coltivazione al fine di spaccio della droga.

Questa operazione di Polizia segue quella di ieri, a Cava de’ Tirreni, con analogo sequestro di N° 15 piante di cannabis ed arresto dello spacciatore.

Continua a dare buoni risultati, quindi, l’attività della Polizia di Stato salernitana tesa a contrastare il consumo, la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti sull’intero territorio provinciale. In questi ultimi mesi, infatti, sono stati arrestati diversi spacciatori, spesso incensurati, in flagranza di reato, grazie all’attenta e mirata attività d’indagine del personale specializzato della Squadra Mobile di Salerno e dei Commissariati di Polizia distaccati.

Questa particolare attenzione al fenomeno criminale dello spaccio di droga è stata disposta dal Questore di Salerno, Antonio De Iesu, anche per dare risposte rapide e concrete alla richiesta di sicurezza da parte dei cittadini preoccupati dalle conseguenze negative che il consumo e lo spaccio di droga provocano nei confronti della civile convivenza e soprattutto delle giovani generazioni.

Condividi

Commenti non possibili