CAVA DE’ TIRRENI (SA). Cava5stelle: inviato, al Sindaco, sollecito incontro “Tavolo Tecnico” per l’Ospedale di Cava de’ Tirreni

ospedale-ss-maria-incoronata-dell'olmo-cava-de'-tirreni-vivimediaIl gruppo cava5stelle, questo pomeriggio, ha indirizzato al Sindaco Galdi un sollecito rispetto al “Tavolo Tecnico” Presidio Ospedaliero “SS. Maria Incoronata dell’Olmo”. 

Questi i fatti: a fine aprile 2013 il gruppo cava5stelle avanzava richiesta di istituire un “Tavolo Tecnico” per discutere alcune proposte rispetto alla problematica Ospedale Cava de’ Tirreni; a seguito di tale richiesta, con nota del 6 maggio 2013, il gruppo cavese veniva informato che era stato ammesso a partecipare al tavolo tecnico istituito, come stesso il Sindaco precisava nella nota, già da tempo. 

Il gruppo, oggi pomeriggio ha tenuto a precisare e ricordare che, a partire dal giorno 7 maggio 2013 (giorno in cui è stata comunicata la nota del Sindaco), nessun’altra comunicazione è pervenuta a riguardo, per cui, afferma un componente del “Gruppo di Lavoro Sanità cava5stelle”: <<deduciamo che nessuna riunione/incontro in tal senso è stata indetta e/o organizzata dall’amministrazione a partire da tale data. Abbiamo ritenuto opportuno, quindi, con la richiesta di oggi, un sollecito per un incontro del “tavolo tecnico” per chiarire e discutere delle problematiche legate all’ospedale ed esporre le proposte che,  il gruppo cava5stelle, dopo attenta analisi delle necessità socio-sanitarie della popolazione e delle difficoltà amministrative degli enti preposti alla garanzia della tutela della salute pubblica di Cava de’ Tirreni, ha protocollato ad aprile e, successivamente, a giugno. In particolare: la proposta di giugno proponeva la predisposizione di un “presidio - piattaforma d’emergenza avanzata territoriale” e, quella di luglio, ad integrazione della precedente proposta, prevede la implementazione di una “Casa della Maternità” sul territorio cavese. Ricordiamo che l’istituzione di una “Casa della Maternità” significherebbe l’attuazione di quei principi sanciti dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità per la promozione del recupero della fisiologia degli eventi legati al parto e al puerperio. Infatti è risaputo che la “Casa della Maternità” favorirebbe lo sviluppo della relazione nella “unità neonato-famiglia”, privilegiando la loro salute e il loro benessere, senza tecnicismi ed interventismi preconfezionati e non sempre necessari, il tutto associato alla massima sicurezza possibile.>>.  

Condividi

Commenti non possibili