CAVA DE’ TIRRENI (SA). Diverse abilità: dal 26 al 29 settembre è qui la festa

Si rinnova l’appuntamento di fine settembre già battezzato con successo lo scorso anno: da giovedì 26 a domenica 29 si svolgerà infatti a Cava de’ Tirreni la II edizione di Diverse abilità in festa, organizzata dall’Osservatorio cittadino sulle diverse abilità presieduto dal Dott. Vincenzo Prisco, col patrocinio del Comune e la collaborazione dell’Agenzia di comunicazioni MTV e della Mediateca Marte,

L’anima è la stessa dello scorso anno: lo spirito di solidarietà, lo slancio del volontariato, l’integrazione nel tessuto cittadino. Ma i contenuti e gli obiettivi sono leggermente diversi e diversificati: dire di più, dare di più, valorizzare l’Osservatorio nel suo complesso prima che le singole associazioni, promuovere il più possibile lo sportello cittadino. Per questo, si preannunciano non poche novità.

La manifestazione si svolgerà non in un giorno solo, ma in quattro giorni, con tre iniziative diverse

Il 26, in Mediateca (ore 18,30) è previsto uno spazio libri, incentrato su tre opere in tema. Dalla Lombardia verrà Laura Boerci, giovane scrittrice socialmente impegnata e lei stessa affetta da problemi di disabilità fisica, che converserà sul suo romanzo, I colori del buio, scritto a quattro mani col non vedente Filippo Visentin. Narra la crescita reciproca che nasce dall’incontro tra un giovane non vedente, ricco, appassionato di musica, ed una ragazza di campagna, povera e sensibile.  

Stefania Cataldo, avvocato civilista salernitano, in Una storia contemporanea affronta invece un tema molto delicato: la rottura nei rapporti di una coppia di fronte alla nascita di un figlio disabile. Fuga, incomunicabilità, il patatrac. Colpa dell’handicap? Non è detto, perché la scrittrice si interroga e ci interroga: la crisi della coppia è avvenuta a causa della condizione del figlio oppure la condizione del figlio ha semplicemente messo a nudo le fragilità caratteriali dei due giovani?  

Nel corso della serata, sarà offerto anche un promo dell’ultimo libro di Lolita d’Arienzo, l’ex ballerina che, pur se immobilizzata dalla SLA, riesce a comunicare muovendo le sole ciglia. La sua ultima opera si intitola In punta d’ali ed è la storia di una profonda amicizia, tra una donna ammalata di SLA ed una migrante proveniente dalla Romania: un’amicizia intrisa di significativa reciprocità e consolidata dalla condivisione di esperienze difficili e dalla capacità di superarle.

Venerdì 27 settembre, sempre in Mediateca Marte (ore 18) si terrà un convegno sul tema Vecchie e nuove disabilità. Interverranno il dottore “unitalsiano” Carlantonio Leone (Primario otorino presso il Monaldi di Napoli), lo psicologo Francesco Esposito, la Consigliera Regionale Anna Petrone, il dott.  Vincenzo Prisco e la già citata Laura Boerci,

Domenica, al mattino, in Duomo la celebrazione eucaristica officiata dal Vescovo Mons. Soricelli e a Santa Maria al Rifugio l’ippoterapia con il gruppo “Il cuore a cavallo”. Nel pomeriggio la gran festa in Piazza Duomo, con interventi delle autorità, dei protagonisti delle varie attività e degli stessi, apprezzatissimi musicisti dello scorso anno (il duo Antonio e Marilina ed il gruppo musicale degli Epta, diretti da Pietro D’Amico).

Ultima ma non meno significativa novità, la presentazione di “ Abili con i diversamente abili – Dieci consigli di comportamento “: una specie di “decalogo”, non imperativo, da distribuire poi anche sul web, che in forma agile, breve e comunicativa, metterà in evidenza gli atteggiamenti più importanti per stabilire un rapporto di rispettosa e magari anche affettuosa comunicazione con i diversamente abili.

Le tre manifestazioni serali saranno condotte da Franco Bruno Vitolo, che nello spazio libri si avvarrà della collaborazione di Marisa Annunziata e Maria Rosaria D’Arienzo.

Condividi

Commenti non possibili