VIETRI SUL MARE (SA). Manca il servizio trasporti. Mamme di Raito ed Albori sul piede di guerra

autobus-piazzetta-vietri-sul-mare-vivimediaDa domani inizia un nuovo anno scolastico per i bambini di Vietri, ed alla già difficile situazione delle scuole elementari di Marina e Molina, si aggiungono altri problemi alle scuole delle frazioni di Raito ed Albori. La chiusura di molti plessi delle frazioni ha provocato un afflusso enorme ala Scuole elementare di Vietri capoluogo, con difficoltà a raggiungere il centro dalle frazioni da parte di molti bambini. Preoccupatissimi i genitori delle frazioni alte, Raito ed Albori, poichè oltre al danno della chiusura dei plessi vedono ora, probabilmente compromesso anche il trasposto dei loro figli”. “Questo paese sembra dimenticarsi dei suoi cittadini delle frazioni o ci si ricorda di noi solo in campagna elettorale, – scrivono in una nota un comitato di mamme agguerrite  – alla chiusura delle scuole, al disagio ed alla difficoltà con cui siamo costrette a combattere ogni giorno siamo mortificate, poiché quello che è stato un punto di riferimento per noi, ovvero la scuola elementare, oggi non solo ci viene tolta, ma per raggiungere quella di Vietri dobbiamo trovare, ad oggi, mezzi di fortuna”.

Inizia un nuovo anno scolastico ma i servizi sono nulli! Cosa si fatto tutta l’estate? Non si poteva prendere un provvedimento prima della fine dell’ano scolastico? I bambini di Albori e Raito, purtroppo vanno a scuola a Vietri, per i noti motivi ed  essendo ventotto, non potranno usufruire del servizio pullmino, perchè il Comune non ha soldi. Ci vorrebbero due pulmini da quattordici posti ma il signor Rocciola, della ditta incaricata del trasporto alunni, non ha il secondo autista. Venerdi scorso, si è svolta la riunione tra i responsabili servizio scolastico, trasporto e il Sindaco, sembrava  tutto a posto in quanto i bambini iscritti erano venti ed il servizio trasporto bambini, secondo le rassicurazioni dateci, sarebbe partito lunedì con il nuovo inizio anno scolastico.Ma alle ore 11.30 arriva fax dalla scuola i bambini sono ventotto, “… fermi tutti tutto è bloccato …” “Abbiate pazienza, signori  genitori, ci è stato detto, per tre-quattro giorni arrangiatevi non possiamo garantirvi il trasporto!! …….. ”Allucinante!!! Non tutti sono auto-muniti, i papà lavorano ed in questo tempo di crisi, basta poco a qualche titolare per licenziare. Vorrà dire che  i nostri figli resteranno a casa fino a quando non risolveranno il problema. Sono state valutate varie soluzioni tra le quali il doppio turno: a che ora si devono svegliare? A che ora arrivano a scuola? E a che ora tornano da scuola? Da premettere che le lezioni da calendario dovrebbero iniziare alle ore otto e dieci ed iniziano già alle ore 8:30. I bambini di Albori e Raito alle 7:30 sono già  in strada per prendere il pullmino. Prima dell’uscita da scuola, quindi verso le ore tredici viene dato l’assegno ai bambini e così i nostri figli  nostri arrivano  a casa alle ore quattordici, se tutto va bene. Allucinante!! Questo è il servizio che ci viene offerto dal Comune di Vietri? Noi paghiamo le nostre tasse e pretendiamo che i servizi pubblici siano dati a tutti i cittadini … Noi non siamo cittadini di serie B! Questo è il rispetto che hanno dei bambini delle frazioni di Albori e Raito?. Pensiamo che da queste piccole cose un paese possa diventare e sentirsi veramente civile … Ma evidentemente per Vietri non è così … ed allora, provocatoriamente: ‘W la squola’“.

Condividi

Commenti non possibili