BARONISSI (SA). I genitori di Melissa Bassi a Baronissi: sabato l’intitolazione di un parco verde di un ettaro intitolato alla 16enne di Mesagne

intitolazione-parco-melissa-bassi-ottobre-2013-vivimedia“I fiori, gli alberi, il vento faranno compagnia al tuo desiderio di libertà.”

Sono le parole incise dal Sindaco di Baronissi, Giovanni Moscatiello, sulla targa in memoria di Melissa Bassi, la 16enne di Mesagne rimasta uccisa il 19 maggio del 2012 dinanzi all’Istituto “Morvillo-Falcone” di Brindisi, che verrà scoperta Sabato 26 ottobre, alle 11, nel corso della cerimonia d’inaugurazione di un parco urbano di un ettaro intitolato proprio alla giovane studentessa.

Alla cerimonia parteciperanno i genitori di Melissa, il Sindaco di Mesagne ed il Presidente del Consiglio, Franco Scoditti e Fernando Orsini, il Prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, il Questore di Salerno, Antonio De Iesu, il Presidente della Provincia, Antonio Iannone, la Senatrice Eva Longo.

Officerà il rito religioso della benedizione S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo di Salerno.

Alla cerimonia prenderanno parte circa 400 alunni delle Scuole di ogni ordine e grado della città di Baronissi, a partire dalle Elementari sino agli istituti superiori. 

Già nel maggio dello scorso anno, a distanza di tre giorni dall’attentato terroristico compiuto da Giovanni Vantaggiato e nel giorno del ventennale della morte del giudice Borsellino, studenti delle scuole di Baronissi, istituzioni, associazioni e famiglie sfilarono lungo le strade in corteo in segno di lutto. In quell’occasione il Sindaco Giovanni Moscatiello preannunciò l’intenzione di voler dedicare il nuovo parco urbano alla memoria di Melissa Bassi.

Condividi

Commenti non possibili