CAVA DE’ TIRRENI (SA). L’Archivio Storico cavese ricorda i 500 anni della Diocesi

500-anni-diocesi-cava-de'-tirreni-ottobre-2013-vivmediaCinque secoli di storia e religiosità autenticamente cavese, non possono cadere nell’oblio.

Proprio in occasione dei primi 500 anni dell’erezione a Diocesi a sé di Cava (il toponimo Cava de’ Tirreni origina dal 23 ottobre 1862), l’Archivio Storico del Comune di Cava de’ Tirreni ha inteso celebrare la ricorrenza con una significativa “Mostra Documentaria”,  la cui inaugurazione è stata fissata per le ore 18,00 di giovedì 10 ottobre corrente mese.

La mostra, dal titolo: “I 500 anni della Diocesi di Cava”, è stata curata, con dovizia di particolari, com’è adusa fare, dalla dr.ssa Beatrice Sparano, Responsabile dello stipato Archivio Storico della Città di Cava de’ Tirreni, che, com’è noto è uno dei rari scrigni del Mezzogiorno d’Italia a custodire, nei suoi forzieri, documenti storici unici nel loro genere.

Per la serata inaugurale sono previsti gli interventi del Sindaco di Cava de’ Tirreni, Prof. Avv. Marco Galdi, di S. E. Mons. Orazio Soricelli, Arcivescovo delle Diocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni, e della dr.ssa Michela Sessa, della Soprintendenza Archivistica per la Campania. Seguiranno le dotte relazioni di due Ministri della Chiesa locale: Don Antonio Landi, Vice-Parroco della Parrocchia di San Vito Martire e Docente di Sacra Scrittura presso la Facoltà Teologica di Napoli, dal titolo “Come Gesù vuole la Chiesa” e di Don Vincenzo Di Marino, Parroco della Parrocchia del Santissimo Salvatore di Passiano e coordinatore del “Simposio Storico” sui 500 anni della Diocesi metelliana, intitolata “L’Archivio Storico Diocesano”.

La dr.ssa Sparano ha inteso articolare il percorso espositivo della mostra in quattro Sezioni: La storia della Diocesi, La vita religiosa, La Città e la fede e Manifesti e Locandine.

L’evento si presenta come un indubbio ed efficace strumento di approfondimento della nostra non solo religiosa storia locale; una ghiotta occasione da non perdere.

Considerata l’eccezionale importanza dell’iniziativa socio-storico-culturale-religiosa, le Scuole della Città di Cava de’ Tirreni, d’ogni ordine e grado, privilegiate interlocutrici di Archivi e Biblioteche, sono state invitate a prenotare visite guidate alla Mostra, che resterà aperta fino a mercoledì 30 ottobre. Ogni altra utile informazione può essere richieste alla dr.ssa Beatrice Sparano.

Condividi

Commenti non possibili