CAVA DE’ TIRRENI (SA). Recupero e nuova funzionalità del cinema – teatro Metelliano, una memoria storica della città

cinema-teatro-Metelliano-(3)-cava-de'-tirreni-vivimediaIl cinema – teatro Metelliano, una memoria storica della città, è chiuso dal 1980. “Stiamo lavorando con finanziamenti privati, i lavori ammontano ad oltre 6 – 7 milioni di euro – ha spiegato uno dei proprietari Antonio Di Martino  – per restituire alla città, nella sua antica bellezza, un pezzo della storia  degli ultimi cento anni della città. Identico il ruolo, anche se rapportato alle nuove esigenze”. Il Metelliano sorse intorno al 1934 nei locali terranei del Pastificio Apicella ad opera dell’ingegnere Giuseppe Benincasa.  Indenne nel terribile sisma dell’80 ,fu chiuso per ragioni di sicurezza. “ Fu teatro delle più imponenti manifestazioni del regine. Si tennero, infatti, lì adunanze e parlamenti, inaugurazioni di gagliardetti e premiazioni” così si legge in una cronaca di vita della città. Nel dopoguerra dopo un nuovo maquillage fu teatro e cinema. “ Ma non mancò di essere in alcune occasioni, in particolare in periodo elettorale, sede di incontri di inizio e fine campagna. Dall’80 fino al 2011 chiuso, tranne l’androne dove funzionò per anni una altra memoria storica della città, l’edicola di giornali “ Rondinella”, quando gli attuali proprietari, nel rispetto del piano di recupero del patrimonio edilizio ed urbanistico esistente, “ Borgo ed aree annesse”, varato dal Comune negli anni ‘90, valutarono l’ipotesi del riuso recuperandolo al suo ruolo e  funzione anche aggiornata. Il piano di recupero, infatti, prevede un recupero a scopo commerciale ( negozi e botteghe e parcheggio interrato) integrato con la realizzazione di multisale per spettacoli. “In pieno centro storico, il teatro è allocato lungo il corso a pochi metri dalla piazza Duomo, unitamente agli altri due cinema funzionanti Metropol e Alambra potrà costituire per la città e per la provincia, un punto di riferimento del tempo libero e non solo” ha aggiunto l’ingegnere Nellino Apicella, progettista.  Fino agli anni ‘80 funzionavano a Cava 4 cinema, Alambra, Metropol, Capitol e Metelliano, oggi il Metelliano è in fase di recupero, mentre il Capitol è chiuso e costituisce un rischio igienico, sanitario. “E’ una struttura fatiscente, con pericolo amianto ed occorre che si trovi una soluzione. Fino ad oggi a nulla sono valse le petizioni e gli appelli al sindaco e alle autorità sanitarie” ha commentato uno dei residenti di via Sorrentino.  Oggi grazie  all’impegno e alla disponibilità dei proprietari il cinema Metelliano sarà riaperto  e restituito alla fruizione della città.

Condividi

Commenti non possibili