MAIORI (SA). Nuovi passi verso rifiuti zero

maiori-veduta-dal-molo-vivimediaIl Comune di Maiori, dal gennaio 2011, ha aderito alla strategia “verso rifiuti zero 2020”. La filosofia teorizzata dal professor Paul Connett dell’università di New York, si è diffusa in Italia soprattutto grazie all’impegno di Rossano Ercolini, premiato con il “Goldman Environmental Prize”, l’equivalente del premio nobel per l’ambiente.

La svolta data alla gestione dei rifiuti ha comportato dei risultati importanti; raccolta “porta a porta”, implementazione dell’area ecologica, controlli mirati e campagne specifiche hanno consentito di passare da una percentuale di raccolta differenziata del 29% del marzo 2010 al 64% del 2012 e, nel solo primo anno, la quantità di rifiuti complessiva è diminuita di circa 900 tonnellate.

Ma tanto si può e si deve ancora fare. L’assessorato all’ambiente ha deciso di dare una netta scrollata al settore con la messa in campo di numerose  nuove iniziative e campagne  volte alla sensibilizzazione e al miglioramento del servizio per i cittadini.

La prima serie di attività è stata denominata “Nuovi Passi verso rifiuti zero” e avrà inizio venerdi 18 ottobre alle 18.00 a Palazzo Mezzacapo con l’illustrazione della campagna “Oliamo le Coscienze” volta alla sensibilizzazione dei cittadini sulla necessità di un corretto smaltimento degli oli vegetali esausti; la campagna prevede la distribuzione a tutti i nuclei familiari di una lattina di 5 litri per la raccolta degli oli vegetali esausti che andranno portati presso i contenitori appositi diffusi sul territorio o presso il centro di raccolta comunale di via Demanio; sono previsti incentivi per le utenze domestiche e le attività commerciali grazie anche alla stipula di un’apposita convenzione con la ditta incaricata dal comune per la raccolta degli oli sul territorio; a seguire sarà proiettato il film “Fukushima No Aymo” con la presenza del regista Alessandro Tesei.

Il 25 ottobre alle 18.00 sarà la volta di “ComposTiAmo”, campagna di sensibilizzazione sul compostaggio domestico nel corso della quale sarà illustrata la pratica del compostaggio domestico, saranno distribuite in comodato d’uso agli utenti che hanno disponibilità di un giardino delle compostiere domestiche e saranno comunicati gli incentivi economici previsti per i cittadini che praticheranno il compostaggio autonomo; a seguire sarà proiettato il film “Sporchi da morire” con la presenza del regista Marco Carlucci.

Il 5 ottobre ci sarà il cuore di questa prima serie di iniziative con la conferenza sempre alle 18.00 a Palazzo Mezzacapo,   a cui parteciperanno il prof. Connett, Rossano Ercolini e Riccardo Pensa di AmbienteFuturo. Nel corso della conferenza, oltre agli interventi degli autorevoli ospiti, saranno illustrati i risultati e le criticità del sistema rifiuti del comune di Maiori, i primi risultati del monitoraggio del rifiuto indifferenziato appena iniziato e le nuove misure che si intendono adottare a cominciare dalla costruzione della nuova “casa dell’acqua”, la distribuzione di sacchetti codificati e l’eliminazione delle campane del vetro. Saranno premiate le classi delle scuole medie partecipanti al concorso sul riciclo promosso dal Comune di Maiori.

Questa prima serie di iniziative si concluderà il 15 dicembre con la campagna “Pensiamoci un popò” dove, con la collaborazione dell’associazione Parteras, sarà illustrato l’uso dei pannolini lavabili con la distribuzione alle neomamme di un kit prova con il quale sarà possibile testare la convenienza e la salubrità dell’uso dei pannolini riusabili di ultima generazione con il conseguente risparmio economico, per l’ambiente e per la salute stessa dei bimbi.
(Eugenia Apicella)

Condividi

Commenti non possibili