MINORI (SA). Progetto “Matti per l’orto”, consegna di 20 orti sociali

minori_webSi svolgerà giovedi 24 ottobre prossimo, alle ore 10.30, presso l’Aula consiliare del  comune di Minori la presentazione del Progetto “Matti per l’orto”.

Al termine dell’incontro, al quale prenderanno parte il sindaco di Minori Andrea Reale, il coordinatore dell’Ufficio di Piano Ambito S2, Assunta Medolla, il Direttore dell’Unità Operativa di salute Mentale dell’Asl di Cava de’Tirreni, Alfredo Bisogno ed il Presidente di Legambiente Regione Campania Michele Buonomo, si procederà alla consegna di 20 orti ai relativi beneficiari.

Il progetto, finanziato per complessivi 80 mila euro dalla regione Campania e co-finanziato per 8 mila euro dai comuni beneficiari, vede riuniti in convenzione il Piano di Zona Ambito S2, la Federazione Provinciale della Coldiretti di Salerno, Legambiente Campania e l’Opera Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili entra nel vivo il progetto “Matti per l’Orto”.

L’intervento prevede il coinvolgimento di persone con disagio mentale, persone con disabilità fisica e sensoriale, anziani e persone indigenti. Tra i molteplici obiettivi vi è la messa a dimora delle piante presenti nella flora locale con la creazione di una rete territoriale di orti di città, in modo da assicurare l’inclusione sociale di persone svantaggiate attraverso la produzione di varietà agricole. I lotti divisi in orti sociali sono ubicati anche nei comuni di Cava de’Tirreni e Tramonti.

“Ringrazio l’attivo Ufficio di Piano dell’Ambito S2, l’Assessore Citro e tutti i partner- dichiara il sindaco Andrea Reale- per aver ottimizzato i numerosi appezzamenti di terreno di proprietà del comune che giacevano nell’abbandono oppure erano utilizzati senza nessuna regolamentazione. Questo progetto coniuga l’attenzione verso la ripresa di un elemento fondamentale quale è la terra e di un’economia, alimentando l’hobby dell’agricoltura, infatti, si possono ottenere prodotti a km 0 che vengono ottenuti e consumati dalle nostre famiglie. Riusciamo così ad unire l’impegno sociale dei cittadini e la produzione di colture che vengono poi utlizzate sul nostro territorio che si fregia già del titolo di Minori Città del gusto”.

Condividi

Commenti non possibili