SALERNO. La Provincia di Salerno al XXVIII Congresso dell’Istituto Nazionale d’Urbanistica

salerno-panoramica-citta-vivimediaMercoledì 23 ottobre alle ore 14.00 la Provincia di Salerno partecipa al XXVIII Congresso dell’Istituto Nazionale d’Urbanistica, presso il complesso di Santa Sofia a Salerno – piazza Abate Conforti – con il seminario “Portali cartografici per la trasparenza amministrativa: esperienze a confronto”. Unitamente alle attività del Geoportale della Provincia di Salerno, attivato nel mese di giugno 2013, nel corso dei lavori seminariali saranno presentante e discusse le iniziative messe in campo da diversi Enti, quali la Regione Puglia, la Regione Campania, la Provincia di Napoli, la Comunità Montana “Vallo di Diano” ed i Comuni di Angri e Capaccio. Il Geoportale attivato dalla Provincia di Salerno rappresenta un ulteriore tassello del processo di digitalizzazione avviato dall’Amministrazione provinciale, impegnata nel governo di un territorio ricco di inestimabili risorse materiali ed immateriali. La messa a punto di questa importante Infrastruttura di Dati Territoriali nasce dalla volontà di organizzare il grande patrimonio di dati territoriali archiviati in possesso dell’Ente, attraverso la costituzione di una piattaforma di interscambio che possa valorizzare i dati ed i sistemi informativi esistenti, ed al contempo ne possa garantire la conservazione, l’aggiornamento e la re–ingegnerizzazione, grazie ad un processo evolutivo di inter-operatività tra Enti, Amministrazioni, Organizzazioni, Associazioni, cittadini e imprese. Oltre all’iniziativa seminariale, la Provincia di Salerno è presente anche alla III Rassegna Urbanistica Regionale, che si svolge a Salerno dal 21 al 26 ottobre (Complesso di Santa Sofia), esponendo il lavoro sviluppato per la redazione del PTCP (in vigore dal luglio 2012), le iniziative implementate per l’attuazione dello stesso ed il GEOportale attivato nel mese di giugno 2013. Con l’approvazione e l’attuazione del piano provinciale, La Provincia di Salerno è capofila in Campania di un nuovo modello di pianificazione dinamica: numerosi apprezzamenti sul lavoro svolto sono stati, infatti, formulati dalla Regione, da Istituti Universitari, da Enti con competenze pianificatorie di livello sovracomunale (Enti Parco, Autorità di Bacino, etc.), dalla comunità istituzione del nostro territorio (Comuni, Comunità Montane, Camera di Commercio, etc), nonché dagli Ordini professionali e dal mondo dell’associazionismo culturale, ambientalista e di categoria.

Esporre alla RUR il lavoro sviluppato dalla Provincia, nell’ultimo anno per l’attuazione del PTCP, costituisce una grande opportunità per divulgare a livello nazionale ed internazionale, un esempio virtuoso di capacità gestionale nel governo del territorio sovracomunale. 

Condividi

Commenti non possibili