VIETRI SUL MARE (SA). A Vietri ancora in azione i vandali. Urgente ripristinare la videosorveglianza E’ accaduto ancora!

vasi-deturpati-piazza-matteotti-(1)-ottobre-2013-vietri-sul-mare-vivimediaDopa la Sirena, il sottopasso di Piazza Amendola, i sedili in Villa Comunale, i furti di mattonelle antiche dai muri vietresi, ora è toccato ai vasi allegorici di Piazza Matteotti, sono infatti stati “amputati” delle orecchie, i meravigliosi vasi che ornano il parcheggio ed il belvedere della piazza.
I vandali, infatti hanno colpito ancora e questa volta non in un posto oscuro, chiuso o limitato al pubblico, ma nella frequentata Piazza Matteotti, adibita a parcheggio e quindi continuamente monitorata, e per il traffico e per la verifica dei ticket. Quasi tutti i vasi sono stati sfregiati, con scientifica precisione e lo spettacolo che ora si presenta, agli occhi dei  cittadini e dei  turisti, è quello di uno scempio, di una vera e propria “esecuzione” perpetrata ai danni delle opere d’arte.
Sembra una guerra aperta tra l’ Amministrazione comunale del Sindaco  Francesco Benincasa e quelli che possono essere definiti solo vandali incivili. E’ da tempo  che il Comune ha avviato, tra molti consensi, una vera e propria “rivoluzione” ceramica, apponendo vasi, pannelli, sculture e opere in ceramica su tutto il territorio vietrese, con la collaborazione degli artisti locali entusiasti di rendere il paese più bello, ma anche di poter “lasciare “ un segno della propria opera artistica  nel tempo.
vasi-deturpati-piazza-matteotti-(1)-ottobre-2013-vietri-sul-mare-vivimediaMa sembra che tutti questi sforzi e la voglia di rendere Vietri  patrimonio culturale ed artistico comune, siano resi vani da questi atti di vandalismo che danno il senso dello scadimento, in alcune persone, del loro senso civico, civile e, se sono essi vietresi, di appartenenza.
Oltre ad una severa, continua e capillare azione di controllo de territorio, anche di notte, i cittadini della civilissima Vietri, chiedono a gran voce che questa battaglia contro l’inciviltà sia vinta anche con il ripristino della videosorveglianza, inattiva da tempo, con la quale possa  si possa finalmente dare un  volto ai delinquenti  ed assicurarli alla giustizia.
Mai come in questo caso cittadini, amministrazione, associazioni, movimenti, sono uniti in uno sforzo comune per respingere gli attacchi vandalici al patrimonio culturale vietrese, patrimonio comune, patrimonio da difendere a tutti i costi.

Condividi

Commenti non possibili