CAVA DE’ TIRRENI (SA). Progetto Giovani attivi: la campagna di comunicazione sociale del gruppo Falena contro la cocaina

scegli-bene-gli-amici-giovani-attivi-gruppo-falena-cava-de'-tirreni-vivimediaIl Piano Sociale di Zona S2 rende noto che prenderà il vua a partire dal prossimo fine settimana la campagna di comunicazione sociale relativa al Progetto “Scegli bene gli amici”, realizzata dl Gruppo informale “Falena”, nell’Ambito del progetto Giovani attivi.

L’iniziativa è volta a contrastare l’uso e la dipendenza da cocaina. Tra le tante tossicodipendenze è individuata la cocaina dopo un’attenta analisi dei report nazionali sulle tossicodipendenze. Quest’ultimi sottolineano il forte trend positivo della sostanza, che non è più identificabile come una droga dei ricchi, ma ha raggiunto tutte le fasce sociali. Il progetto sarà presentato domenica 1 dicembre al Salerno Comicon, presso il complesso di Santa Sofia a Salerno dal gruppo Falena al completo, oltre al disegnatore del manifesto, Pasquale Qualano, e la colorista Ylenia Di Napoli. Dopo l’attivazione di una rete di rapporti istituzionali con il Sert, le forze dell’ordine e il Comune di Cava de’ Tirreni, il gruppo Falena è entrato nelle scuole metelliane (liceo Scientifico e Classico, istituto pedagogico, Professionale, Tecnico Commerciale). Sono stati sottoposti agli studenti diverse migliaia di questionari, con l’obiettivo di orientare la campagna in base alle risposte degli alunni. Dai questionari è emersa la centralità del “gruppo” come fattore scatenante nella fase di prima assunzione della cocaina e la volontà di omologarsi e quindi anche a conformarsi ai comportamenti a rischio degli altri membri. La cocaina è chiamata in gergo “neve” o “bianca”, ed è spesso assimilata al personaggio di Biancaneve, dell’omonima favola. Il gruppo ha deciso di rivisitare la favola, riscrivendone il finale, e l’assenza di un lieto fine. In più i 7 nani (nel gergo popolare i pusher) non svolgono più il ruolo di aiutanti ma sono i nemici della protagonista, perché la spingono a drogarsi. Con questo rovesciamento si sottolinea la pericolosità insita nell’omologazione al gruppo. Di qui lo slogan: “Scegli bene gli amici”. La comunicazione si avvarrà di 6x3m, manifesti 70×100, e card singole da distribuire per ogni nano. Infatti la caratterizzazione grafica dei nani richiama un preciso effetto della cocaina. Ad es. Gongolo rispecchia l’euforia, Brontolo rispecchia l’irritabilità e così via.
(Silvia Lamberti)

Condividi

Commenti non possibili