CAVA DE’ TIRRENI (SA). Settimana piena d’attività della Polstato, Carabinieri, G.D.F. e Polizia Locale cavese

cava-forze-ordine-vivimediaEsecuzione ordinanza agli arresti domiciliari, controlli diuturni ai soggetti posti dalla Magistratura agli arresti domiciliari, danneggiamenti, furti, circolazione di autoveicoli privi dell’assicurazione per la R.C., inquinamento sonoro, nelle ore serali e notturne, nella “piazzetta del Purgatorio” e strade vicinali, occupazione abusiva di suolo pubblico, con sedie e tavolini, da parte di locali del “borgo porticato”, installazione abusiva e diffida alla rimozione di impianti pubblicitari, passeggio con cani, di grossa taglia, non tenuti al guinzaglio e senza avere al seguito la paletta per la rimozione delle deiezioni, conferimento di rifiuti fuori dall’orario dovuto, elusione fiscale, numerose violazioni al vigente Codice della Strada, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro accertato dalle quattro Forze di Polizia cavesi dal 25 novembre al 2 dicembre 2013.

I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di corso Giovanni Palatucci, 4 (089.340511), diretti dal Vice Questore Aggiunto dr.ssa Marzia Morricone, hanno tratto in arresto un soggetto per relegarlo agli arresti domiciliari. Nel corso dell’esecuzione dei 32 posti di controllo, monitorando il transito da e per Cava de’Tirreni, hanno potuto verificare la regolare circolazione di 163 autovetture con a bordo 289 persone, di cui 65 risultate avere precedenti penali. I diuturni controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 59, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti furti, liti familiari e di vicinato, danneggiamenti e rilevazione di incidenti stradali (nelle ore notturne) sono stati 36. Il numero delle sanzioni amministrative per uso del cellulare durante la guida, senza tenere allacciate le cinture di sicurezza, mancanza temporanea di documenti di circolazione sono state 12. I passaporti rilasciati sono stati 28, mentre 28 sono stati i porto d’armi rilasciati.

I militari della Tenenza dell’Arma dei Carabinieri di via Pasquale Atenolfi, 72 (089.441010), agli ordini del Tenente Vincenzo Tatarella, dai 33 posti di controllo eseguiti, hanno monitorato il transito da e per la Città dei portici di 59 autovetture con a bordo 74 persone, di cui 14 risultate pregiudicate. I controlli ai soggetti agli arresti domiciliari sono stati 31, mentre gli interventi a richiesta della collettività per patiti furti, liti di vicinato e familiari, danneggiamenti e rilevamento incidenti stradali (nelle ore notturne) sono stati 15. L’Arma cavese ha anche rilevato 4 violazioni al Codice della Strada, fra le quali la mancata revisione periodica, l’omessa (momentanea) esibizione dei documenti di circolazione e sequestro e sanzione amministrativa nei confronti di un soggetto sorpreso a circolare alla guida di un’autovettura priva di assicurazione obbligatoria per la R.C..

I finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza (089.463797) di via Generale Luigi Parisi, 104/a, al comando del Luogotenente Donato Affinito, ha elevato 8 verbali di constatazione di cui 4 per omesso rilascio delle ricevute/scontrini fiscali e 4 per guida di autoveicolo senza tenere allacciate le cinture di sicurezza e mancata copertura assicurativa; sequestrando l’autoveicolo.

Il Corpo di Polizia Locale di via Ido Longo (800.279.221 gratis da cellulare e da telefono fisso e 089.341692), indirizzato dal Dirigente/Comandante Ing. Antonino Attanasio, col supporto del Vicecomandante, Ten. Col. Dr. Giuseppe Ferrara, e la cooperazione del Tenente Michele Lamberti, Istruttore di Vigilanza, nonché Funzionario Responsabile Incaricato in Posizione Organizzativa, e col concorso degl’Istruttori di Vigilanza: i Tenenti Gerardo Avagliano, Giuseppe Senatore, Angelo D’Acunto e Franco Ferrara della Sezione Viabilità-Motorizzata e Annonaria-Tributaria, ha rilevato 147 violazioni al Codice della Strada, per l’ampio “vizio” del divieto di sosta sui passaggi pedonali, agli incroci, nei box di carico/scarico merci, negli stalli riservati ai diversamente abili e nelle aree ove é consentita la sosta gratuita per 60 e 30 minuti in via Vittorio Veneto, viale Degli Aceri, corso Giuseppe Mazzini, via Pietro De Ciccio, via Clemente Tafuri e traverse contigue. Dagli 8 posti di controllo, i Caschi Bianchi metelliani hanno controllato 97 veicoli e 28 ciclo/motocicli, rilevando 3 verbali per omesso allaccio delle cinture di sicurezza, 4 per l’utilizzo del telefonico durante la guida e 2 per “documenti irregolari”, ma hanno anche rilevato 3 incidenti stradali i cui 1 con feriti in via Aniello Salsano e 2 con soli danni alle autovetture in corso Principe Amedeo e corso Giovanni Palatucci.

La ridotta aliquota della Polizia Annonaria ha eseguito 42 accertamenti, fra i quali anche le vie di fuga, nei confronti di altrettanti esercizi pubblici, senza constatare violazioni, nel mentre, però, ha elevato 1 verbale, per l’undicesima volta, nei confronti di un esercizio ubicato nei pressi della “piazzetta del Purgatorio”, per occupazione abusiva del suolo pubblico, comminando la sanzione di 300 €. e conseguente segnalazione al Suap ed all’Ufficio Tributi, dell’Avv. Angelo Trapanese, per l’adozione della sanzione accessoria, consistente nella chiusura coatta per giorni 5. Lo stesso personale ha anche elevato 2 verbali per “musica udibile dall’esterno” da parte di due locali siti anch’essi nei pressi della citata piazzetta. A uno dei due, non avendo precedenti specifici, è stato comminata la sanzione di €. 160, con conseguente “diffida”, l’altro, invece, essendo stato già sanzionato nel recente passato, per analoga violazione, dovrà pagare 500 €., oltre a restare chiuso un sabato.

L’esigua Unità Operativa Complessa Servizio Tutela Ambientale, al comando dell’Istruttore di Vigilanza, nonché Funzionario Responsabile Incaricato in Posizione Organizzativa, Tenente Dr. Vincenzo Della Rocca, ha elevato 1 verbale di €. 400 per installazione abusiva di impianto pubblicitario e 4.000 €. di sanzione e “diffida alla rimozione” di analogo impianto nei confronti di due note società pubblicitarie della provincia; essendo stato violato l’art. 23 del Codice della Strada. Per aver portato a spasso il proprio cane di grossa taglia, senza guinzaglio, un nostro concittadino della Frazione di Santa Lucia pagherà la sanzione di €. 100, mentre un altro, sorpreso a spasso col cane in Corso Giuseppe Mazzini – via Pietro De Ciccio, senza avere al seguito la paletta per la rimozione della deiezione, pagherà solo 50 €., somma che sarà pagata anche da una cittadina di via Corradino Schreiber, per aver conferito rifiuti in piena mattinata, ovvero “fuori orario”

La segnaletica stradale posta all’ingresso di via Armando Lamberti, angolo corso Guglielmo Marconi, è esaurientemente conforme alla normativa vigente. I cittadini che non arrivano a comprenderla sono invitati a telefonare, gratuitamente anche da cellulare, all’800.279.221 e riferirsi al Tenente Michele Lamberti e non chiedere “lumi” a qualche agente della Polizia Locale, non molto esperto di viabilità, come ha fatto ed asserito il nostro concittadino P.B.

Condividi

Commenti non possibili