VIETRI SUL MARE (SA). A Vietri il PD si scopre tutto “renziano”. Polemiche sul voto

patrizia-gadaleta-vietri-sul-mare-vivimediaLe polemiche susseguitesi all’indomani delle  elezioni della segretaria vietrese ,dove la corrente “renziana” capeggiata da Alfonso D’Arienzo ,si contrappose alla segreteria cittadina della segretaria  Patrizia Gadaleta,supportata dall’Amministrazione del sindaco Francesco Benincasa che votarono per Bersani,sembra siano state sopite da voto unanime,alle primarie,votando tutti compatti per Renzi .Quindi Vietri si “scopre” tutta renziana, con buona pace della corrente Cuperlo,capeggiata da Francesco Citrarella,della segreteria uscente, che ha clamorosamente avuto pochissimi voti. Ma le cose non sembrano esattamente essere cosi.poichè mentre la Segretaria Patrizia Gadaleta dimostra entusiasmo per la vittoria ,non sembra dello stesso parere Alfonso D’Arienzo.

“Vietri ha visto la vittoria netta di Matteo Renzi (246 voti) su 359. Sono molto contenta.dichiara la Segretaria Gadaleta- che molte persone siano venute autonomamente e democraticamente a votare per il PD, l’unico partito veramente tale. Ieri è iniziato un nuovo giorno per il nostro partito, mi auguro che finalmente riusciremo tutti insieme a lavorare per raddrizzare la barra di questa nostra nave Italia. In un mare senza più correnti.”

alfonso-d'arienzo-vietri-sul-mare-vivimedia

“Le primarie dell’8/12 hanno ancora una volta dimostrato-ha dichiarato Alfonso D’Arienzo- che nonostante tutto il PD si qualifica come l’unico vero partito presente sullo scenario italiano, capace di coinvolgere una massa di circa 3 milioni di elettori che hanno scelto la propria segreteria e la linea politica che ne consegue in un clima dove l’antipolitica dilaga su ogni fronte. Tuttavia il dato sul quale occorre riflettere ed aprire un’ampia discussione che coinvolga tutti, iscritti e simpatizzanti, è quello vietrese: da un lato, infatti, la compagine renziana si conferma come quella più consolidata ed in netta crescita rispetto a tutte le altre, rafforzando l’eccellente risultato ottenuto lo scorso anno, con la costituzione di un comitato che non ha mai smesso di lavorare sul territorio, d’altro canto, però, mi chiedo come mai la stessa corrente abbia ottenuto un risultato praticamente inverso rispetto a quello di ieri nello scorso congresso. La contraddizione è sotto gli occhi di tutti ed è bene che vada affrontata al più presto. Il secondo aspetto riguarda invece l’affluenza che è calata di circa il 50% rispetto alla passata tornata elettorale. Mi chiedo cosa sia stato fatto per incentivare una partecipazione più allargata possibile. Certo la festività dell’immacolata ed un solo seggio sul tutto il comune hanno avuto una forte incidenza in tal senso, ma mi chiedo se si poteva fare di più.”

Condividi

Commenti non possibili