CAVA DE’ TIRRENI (SA). Irene Maiorino il 10 febbraio vampira in TV. Sarà protagonista della fiction” Il tredicesimo apostolo”, in onda su Canale 5

Buone notizie sul fronte della scalata verso il Monte dei Sogni della giovane attrice cavese Irene Maiorino.

Dopo la positiva esperienza nella fiction di Canale 5 Baciati dall’amore dove ha recitato accanto a star dello spettacolo come Marisa Laurito, Lello Arena, Gianpaolo Morelli ed il compianto Pietro Taricone, dopo la premiata prestazione nel cortometraggio Tutto calcolato (recitato in terzetto con Pietro Sermonti di Un medico in famiglia e Valentina Lodovini di Benvenuti al Sud), è entrata nel cast della seconda serie della fiction Il tredicesimo apostolo 2 – La rivelazione (Canale 5). Salvo complicazioni, sarà in onda come protagonista nella puntata del 10 febbraio prossimo, in onda alle ore 21, in cui interpreterà la parte di una ragazza – vampiro. Vampiro non nel senso metaforico, ma proprio in quello reale. Nel nostro caso, lei non è nata vampiro, ma è stata morsa da un vampiro e da allora ha cominciato a prendere a morsi i viventi. In una scena notturna succhia sangue perfino ad un cavallo.

Questa fiction è una delle più innovative nel panorama televisivo per la lungimirante fusione di una sceneggiatura tradizionalmente ad uso del grande pubblico e di contenuti legati al mistero, al soprannaturale ed all’esoterico, secondo quello schema che oggi va molto in voga tra i giovani…e che gli ultracinquantenni non ignorano, appartenendo alla generazione dei draculofili anni Sessanta.

Anche in questa circostanza i partner di Irene sono al top. La popolarissima Claudia Pandolfi, fiction woman per eccellenza, è una giornalista religiosamente scettica, che si trova a contatto con un sacerdote (Claudio Gioè) interessato a fenomeni paranormali e lui stesso dotati di particolari poteri, perseguitato dal malvagio Serventi (Tommaso Ragno), capo di una setta “satanica” che lo ritiene l’unico in grado di impedire la realizzazione di una missione particolare indicata in chiave nell’opera Il candelaio di Giordano Bruno.

Gioè ha anche lui alle spalle un curriculum TV di tutto rispetto: tra gli altri, è stato il boss mafioso Totò Riina ne Il capo dei capi. Ma c’è anche tanto cinema di qualità nella storia di  questi due bravissimi attori. Ad esempio,  Claudia ha recitato con Paolo Virzì nel suo film rivelatore (Ovo sodo), mentre Claudio è stato uno dei protagonisti più apprezzati in quel capolavoro che è il superpremiato La meglio gioventù, di Marco Tulio Giordana.

A questi spettacoli, per Irene si aggiungono anche le performance nella web-serie Next Stop di Paolo Modugno (2012) e nel teatro, dove nel 2013 ha interpretato i panni di una femminista nello spettacolo di Eugenia Scotti e Francesco Pirani La rivoluzione è finita. Abbiamo vinto. Ed è spuntata all’orizzonte la prospettiva concreta di una cooperazione con una compagnia teatrale francese, che la porterà a recitare “bilingue” sia a Parigi che in altri teatri d’Italia. 

Insomma, per lei tanta carne da succhiare come vampira e tanta carne a cuocere per crescere come attrice, Il Monte dei Sogni è ancora più raggiungibile …

 

 

 

 

 

Condividi

Commenti non possibili