SALERNO. Due truffe sventate negli ultimi due giorni da due anziane signore

truffatore-anziana-vivimediaQuesti episodi confermano i positivi risultati conseguenti alla campagna di comunicazione “Difendiamoci”, fortemente voluta dal Questore di Salerno, Antonio De Iesu, il quale nel corso d’incontri con persone della terza età, tenutisi nell’anno 2013 in Chiese, circoli privati e luoghi di aggregazione, li ha messi in guardia, dandogli utili consigli su come difendersi dalle truffe.

L’altro ieri una signora salernitana di 71 anni ha ricevuto una telefonata da parte di un presunto agente di una compagnia assicurativa che le ha riferito di dover ricevere dei soldi da parte del figlio della donna a quietanza di una polizza. Per rendere credibile la cosa il truffatore le ha passato al telefono un complice che ha finto di essere il figlio ed ha tentato, invano, di convincerla a pagare quanto dovuto. L’anziana signora non è caduta nella trappola e si è rifiutata di ricevere presso la sua abitazione il malintenzionato, chiudendo la telefonata. Successivamente, una volta contattato il figlio al quale ha raccontato l’accaduto, entrambi hanno chiamato il numero di emergenza 112 denunciando il tentativo di truffa.

Ieri, una donna 80enne è stata avvicinata per strada, in Via Carlo Pisacane a Salerno, da un uomo che ha tentato di truffarla chiedendole 1.000 Euro quale corrispettivo dell’acquisto di un computer da parte del figlio. Anche in questo caso l’anziana donna non si è fatta raggirare, non facendo salire a casa il truffatore e rifiutandosi di continuare la discussione sull’argomento, tanto da far desistere il malintenzionato che si è allontanato a mani vuote. Successivamente la signora ha chiamato il 112 e denunciato l’accaduto.

Le modalità di entrambi i tentativi di truffa rientrano in pieno nelle fattispecie delittuose raccontate agli anziani dal Questore, nel corso degli incontri della campagna di comunicazione, e l’atteggiamento e la reazione delle due anziane signore conferma l’efficacia di tale attività preventiva.

Per tali motivi il Questore di Salerno ribadisce alle persone anziane di non aprire la porta di casa a sconosciuti e di non cedere mai alle richieste di danaro rivolte loro da sconosciuti. In tali casi la cosa da fare è chiamare la Polizia telefonando subito al numero unico di emergenza 112 per denunciare l’accaduto e consentire alle forze dell’ordine di arrestare i truffatori.

Condividi

Commenti non possibili