CAVA DE’ TIRRENI (SA). Una petizione popolare contro il degrado di via Ido Longo

via-ido-longo-petizione-cava-de'-tirreni-febbraio-2014-vivimediaContro le perduranti condizioni di degrado di via Ido Longo è stata preparata una petizione popolare (primo firmatario Antonio Armenante), di cui riportiamo fedelmente il testo, con l’augurio e la speranza che venga firmata dal maggior numero di persone possibile, sia esaminata con attenzione da chi di dovere e raggiunga al più presto i suoi obiettivi. 

Egregio Sig. Sindaco,

Il sottoscritto Antonio Armenante, con la presente petizione, di cui è promotore, segnala alla Vostra cortese attenzione la situazione di grave dissesto in cui versa la via Ido Longo,ubicata alla frazione Sant’ Arcangelo.

Tale strada presenta lungo tutto il tratto che va dall’inizio (confluenza con la piazza Mamma Lucia) alla fine di essa, il manto stradale in condizioni non più accettabili sia per buche, tratti con sampietrini divelti, avvallamenti, asfalto consumato e altro, sia per i pochi marciapiedi, laddove esistono, non idonei. Tutto ciò è causa potenziale e continua di pericolo per i perdoni e anche per la percorribilità degli stessi automobilisti e di problemi meccanici delle loro auto.

Si tenga presente che tale strada è molto usata da pedoni e automobilisti in quanto tratto di collegamento unico con altre. Tra l’altro, la strada, lungo la quale è ubicata anche la scuola elementare pubblica, è utilizzata anche da quanti accompagnano alla scuola privata dell’ Istituto Di Mauro i propri figli, il che comporta l’ulteriore aumento ancora del numero di automobilisti via-ido-longo-tratto-iniziale-petizione-cava-de'-tirreni-febbraio-2014-vivimediapedoni, tra cui gli scolari, che la percorrono in determinate ore.

Le faccio presente che più volte è già stata segnalata tale situazione di disagio.

Come promotore e primo firmatario della seguente petizione, anche a nome dei firmatari stessi, Le chiedo di volersi attivare affinché, in tempi congrui, vengano messi in atto procedure e risorse per un intervento radicale, in quanto interventi tampone non risolverebbero i problemi, ma li rimanderebbero solamente nel tempo, per poi farci ritrovare nelle stesse condizioni prima evidenziate.

Fiducioso in un propositivo accoglimento della presente, le porgo i miei più cordiali saluti, anche a nome di tutti i firmatari della petizione.

Cordiali saluti

Cava de’ Tirreni, 21 febbraio 2014

Il primo firmatario Antonio Armenante

Condividi

Commenti non possibili