NAPOLI. Innovazione e tecnologia: la due giorni al DiARC con il Mediterranean FabLab

federico-II-napoli-vivimediaSu qual’ è il vero potenziale della rivoluzione digitale in ambito architettonico e quali orizzonti occupazionali che vertarà la due giorni di dibattiti e laboratori tematici che si terranno lunedì 24 e martedì 25 febbraio nell’Aula SL 1.1 della facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in Via Forno Vecchio 36.

L’evento sarà centrato sul rapporto tra il design computazionale e le possibilità costruttive offerte dalla digital fabrication e sarà centrato sul rapporto tra il design computazionale e le possibilità costruttive offerte dalla digital fabrication e nella seconda giornata vedrà l’istallazione di un vero e proprio laboratorio di fabbricazione digitale temporaneo all’interno del quale i partecipanti potranno utilizzare le tecnologie presenti all’interno degli spazi e partecipare attivamente alle attività laboratoriali.Promosso dal dipartimento di Architettura DiARC dell’Università di Napoli e dal Mediterranean FabLab di Cava de’ Tirreni, l’evento, dedicato agli scenari di ricerca e produzione nell’epoca dei fab lab, si divide in due giornate. Il 24 febbraio, dalle ore 9:30, inizio con sessione di lecture dal titolo “Digital Fabrication: scenari di ricerca e innovazione”, moderata dalla prof.ssa arch. Alessandra Pagliano. La mattinata di lavori sarà aperta pero’,dall’architetto cavese Amleto Picerno Ceraso, rappresentante della Medaarch e del Mediterranean FabLab, con il seminario dal titolo “Dizionario minimo per architetti e designers” suitemi del computational design, della digital fabrication e del data meaning.Subito dopo, il prof. arch. Alfonso Morone parlerà del progetto di design nell’epoca dei maker. La sessione si concluderà con la presentazione di alcune ricerche in atto tra gli studenti e i dottorandi del DiARC.

Il pomeriggio i rappresentanti del mondo delle start-up e delle aziende porteranno la propria esperienza sul tema dell’innovazione, presentandoazioni e best praticseche, sfruttando le nuove tecnologie a disposizione, contribuiscono al rilancio dell’economia. 

Una vera e propriatavola rotonda che offrirà al pubblico di professionisti, studenti o semplici curiosi presenti, la possibilità di confrontarsi con esperti nel campo dell’innovazione tecnologia, del fare impresa oggi e del venture capital per start up in ambito maker.

La partecipazione alle due giornate è completamente gratuita. Gli studenti che prenderanno parte all’evento, inoltre, avranno diritto ad un 1 credito libero.

Condividi

Commenti non possibili