VIETRI SUL MARE (SA). Michele Sarno lascia la corsa a sindaco a Vietri

vietri-sul-mare-corso-palazzo-di-citta-febbraio-2014-vivimediaLa notizia era oramai nell’aria,anche se molti credevano ancora in un ripensamento, ma con la notizia ufficiale della candidatura a Sindaco di Salerno di Michele Sarno, cadono le ultime incertezze sull’addio dell’esponente politico, attuale consigliere di minoranza, alla corsa a Sindaco di Vietri..

Una doccia fredda per i circa 1500 elettori che gratificarono il brillante avvocato salernitano del voto per l’elezione a Sindaco nel 2009, molte erano le speranze riposte in un politico che sembrava avesse veramente a cuore le sorti del paese costiero. Un’entusiasmo mai visto aveva coinvolto, giovani meno giovani, anche molti di ideologia avversa a Sarno, i quali avevano capito che l’avvento di un nome nuovo nella politica vietrese, avrebbe scombussolato i piani di molti politici vietresi di lungo corso, e di questo se ne ebbe certezza quando, pur perdendo, per poche centinaia di voti, supero’ addirittura l’ex sindaco uscente Cesare Marciano. Ora il patrimonio di voti, vista la “desistenza” del centro-destra a Vietri, il quale sembrerebbe aver quasi raggiunto un accordo con Cesare Marciano, sarà suddiviso, ma a quanto si sente a Radio Piazzetta, vera voce del popolo vietrese, moltissimi non voteranno per nessun candidato. Michele Sarno, comunque ha lasciato una traccia importante, ha ridato vigore alla campagna elettorale, e secondo alcuni ha elevato il livello dialettico-politico dell’Assise Comunale,caduto molto in basso negli ultimi anni. Competenza, passione, arguzie e disponibilità avevano fatto di Michele Sarno il vero ed unico concorrente credibile di Francesco Benincasa, il quale, oggettivamente lo “subiva” politicamente soprattutto in Consiglio Comunale, ma il suo ritiro, o la sua giustifica ambizione a poter diventare il Sindaco di Salerno, mette in gioco di nuovo tutti i candidati, con la certezza e la consapevolezza che essi dovranno veramente guadagnarsi i voti lasciati sul campo da Michele Sarno.

Condividi

Commenti non possibili