CAVA DE’ TIRRENI (SA). Paura in montagna, malore per un anziano appassionato nella ricerca di asparagi

monte-san-liberatore-monastero-vivimediaI soccorsi, giunti in tempi record, sono stati allertati da un amico. Malore sul monte San Liberatore per un 76enne cardiopatico, che, ieri mattina, (domenica 16) si era messo alla ricerca di asparagi. Poco dopo le ore 9, l’amico che era con lui, ha avvertito il gruppo volontari della protezione civile, del responsabile Francesco Loffredo e del vice coordinatore, Felice Sorrentino che insieme ai sanitari della Croce Bianca, gli uomini del Wwf e i vigili del fuoco del nucleo elicotteri, sono dovuti intervenire sul monte San Liberatore per soccorrere l’anziano che si è sentito male, dopo già alcune ore di ricerca di asparagi. Ad essere avvertita è stata anche l’assessore alla Protezione Civile, Clelia Ferrara, che si è preoccupata di conoscere l’esito della situazione, fortunatamente, andata a buon fine. Si è reso necessario l’intervento dell’ elicottero dei vigili del fuoco il cui pilota è stato bravo ad atterrare su di un piccolo spiazzale. Tempo di imbracare l’anziano, in località Canalone, è la corsa all’ospedale Ruggi D’Aragona, dove è stato trasportato per accertamenti. L’uomo è stato colto da uno sbalzo di pressione che gli ha causato uno svenimento. I soccorsi non sono stati semplici, dal momento che la zona impervia dove l’anziano si era accasciato, poteva essere raggiunta solo a piedi. I volontari della protezione civili, il wwf e i sanitari della Croce Bianca, hanno prestato le prime cure all’anziano e hanno tenuto sotto controllo la situazione fino all’arrivo dell’elicottero. Al Ruggi, l’uomo è stato sottoposto ad un controllo generale del suo stato di salute. 

Condividi

Commenti non possibili