Per la terza volta tentano il furto, stanotte asportata merce per circa diecimila euro

negozio-pesca-via-xxv-luglio-cava-de'-tirreni-vivimediaCAVA DE’ TIRRENI (SA). Svaligiato nella notte un negozio di articoli per la pesca in via XXV Luglio, nei pressi di un bar, che alcuni mesi fa, è stato preso di mira dai ladri, per ben due volte. Dalle prime indiscrezioni la stima del danno oscilla dai cinque mila ai dieci mila euro. Ora il proprietario, che ha sporto denuncia agli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza, diretti dal vice questore aggiunto, Marzia Morricone, è tenuto a fare un inventario degli articoli presenti nella sua attività commerciale. Dal negozio, punto di riferimento degli amanti della pesca, è stato trafugato, praticamente tutto il materiale di valore. Canne da pesca professionali, mulinelli di un certo valore e tanti altri articoli necessari per la pratica dell’attività ittica. L’amara scoperta è stata fatta, ieri mattina, quando all’orario di apertura il ragazzo che è andato ad aprire il negozio,ha trovato la saracinesca sventrata e una volta dentro ha capito che i ladri avevano ben piazzato il colpo. Il negozio ha sede di fronte ad una strada ad alta percorribilità ed i ladri per passare inosservati hanno agito, molto probabilmente, facendosi coprire da una vettura o da un furgone parcheggiato a “mestiere” proprio davanti al negozio. La saracinesca che oltre alle due serrature laterali è munita di un aggancio centrale con lucchetto, è stata sventrata. Per il grande quantitativo di materiale portato via dal negozio, che aveva un vastissimo assortimento, i ladri hanno, quasi sicuramente, dovuto agire in gran numero. Tre o più di loro a bordo di un furgone o un paio di macchine, si sono dati alla fuga senza lasciare alcuna traccia. Non si esclude, però, che qualche telecamera della zona abbia potuto riprendere i movimenti dei malviventi o le targhe delle vetture con le quali si sono dileguati. Intanto, sempre nella stessa zona, diversi mesi fa, la titolare di un bar ha subito due tentativi di furto nel giro di poco tempo. L’ultimo tentativo, quando già avevano rotto la porta di ingresso e solo la presenza di un’automobilista che, nel notare qualcosa di strano, indietreggiò con la sua macchina, mettendo in fuga i malviventi.
(a.f.)

Condividi

Commenti non possibili