SALERNO. Frana Vietri-Salerno, il monito della Cisl: “L’apertura parziale della strada non resti l’unica alternativa”

 

Matteo Buono

Matteo Buono

“Ben venga l’apertura, seppur parzialmente, della Statale 18 nel punto interessato dalla frana dei giorni scorsi e che ha letteralmente isolato Salerno e Cava de’ Tirreni dai centri della Costa d’Amalfi. Ma, fino a quando la strada non sarà completamente riaperta al traffico, resti in vigore la liberalizzazione del pedaggio. Convogliare tutti i veicoli verso la Statale significherebbe solo caos e ulteriori disagi per l’intera comunità salernitana”. E’ quanto chiede Matteo Buono, segretario generale della Cisl Salerno, alla vigilia dell’ennesimo incontro in Prefettura tra i vertici delle amministrazioni comunali interessate e i funzionari governativi. “Le convenzioni con la società Autostrada stanno per scadere”, ha detto Buono, “e vanno rinnovate fino a quando i lavori non saranno completati totalmente. Ai cittadini della Costiera amalfitana non bisogna ‘regalare’ ulteriore caos e disagi più di quello che stanno sopportando”. Infine, la polemica: “Visto l’impegno profuso per questa battaglia ci saremmo aspettati maggiore considerazione dai vertici della Prefettura di Salerno, visto che questa organizzazione sindacale, insieme ad altre sigle e associazioni, è sempre stata in prima linea per evitare il collasso di un intero sistema economico. Ad ora non abbiamo ricevuto nessun invito e questo ci dispiace parecchio”. 

Condividi

Commenti non possibili