Salerno rugby: prima lunga trasferta dei Dragoni contro il CUS Cosenza

ASD-Arechi-Rugby-salerno-ottobre-2013-vivimediaInizia la parte difficile del campionato per l’Arechi Rugby che domenica affronterà in trasferta il temibile CUS Cosenza, che all’andata non ha esitato ad impensierire i Dragoni nonostante il punteggio si sia rivelato poi particolarmente favorevole.

Per Finamore e compagni l’obiettivo resta, ovviamente, quello di vincere la dodicesima partita di seguito in questo campionato tenendo a distanza le dirette inseguitrici che non attendono altro che un passo falso dei Dragoni, ma non sarà così facile come spiega l’allenatore dell’Arechi Rugby, Luciano Indennimeo: “Affrontiamo la prima lunga trasferta di questo campionato con molti elementi importanti che mancheranno a causa di squalifiche o problemi fisici, e sappiamo che non sarà una passeggiata visto che il Cus Cosenza si è dimostrato parecchio organizzato in particolare con il reparto di mischia, che definirei tra i più forti del nostro campionato”.

“Per noi sarà dura – prosegue coach Indennimeo – perchè tutte le nostre avversarie vogliono ben figurare contro l’unica squadra ancora imbattuta in Campania, ma siamo consapevoli della nostra forza e chi scenderà in campo saprà perfettamente cosa fare, non deludendo le mie aspettative. L’obiettivo è vincere, come sempre, e siamo concentrati sull’obiettivo quanto serve”.

Oltre a Ferrigno, che dovrà scontare la sua ultima giornata di squalifica, il giudice sportivo ha fermato anche la seconda linea Esposito: “Per noi un nome non fa la differenza – conclude l’allenatore dell’Arechi Rugby – la rosa di cui ho la fortuna di disporre è molto ampia e ogni giocatore ha le caratteristiche giuste per fare una buona partita contro qualsiasi avversario. Ho piena fiducia in loro e sono sicurissimo che sapranno ripagarmi con una grande prestazione”.

Gli appuntamenti dell’Arechi Rugby non finiscono qui: sabato alle 15 presso il campo “Leone” di Pomigliano d’Arco (NA) i piccoli Dragoni del settore under 14 affronteranno i pari età del Rugby Nola, in quella che si presenta come una sfida avvincente come spiegato da Andrea Pierri, allenatore dell’under 14: “I miei ragazzi stanno crescendo, rugbisticamente parlando, di settimana in settimana. Domenica scorsa ho potuto assistere ad una grande prestazione contro una squadra sicuramente più esperta, e sono orgoglioso di poterli vedere così appassionati e determinati per il nostro sport. Non conosciamo gli avversari di domani, ma siamo consapevoli dei nostri progressi e sappiamo quanto possiamo dare in campo, quindi spero in un’ottima prestazione da parte dei miei”.

Condividi

Commenti non possibili